Focus Cagliari: Zola punta sul 4-3-2-1, affidandosi a Sau unica punta

Focus Cagliari: Zola punta sul 4-3-2-1, affidandosi a Sau unica punta


#Splendido momento di forma per l’Inter, pronta per la trasferta di Cagliari di lunedi sera valida per il posticipo della 24esima giornata di Serie A. I nerazzurri, infatti, vengono dall’entusiasmante pareggio di Glasgow, dove sono emersi i limiti difensivi, ma anche la grinta e il talento di giocatori come Shaqiri. Mancini è alla ricerca della tanto bramata terza vittoria consecutiva, ma contro il Cagliari si prospetta una serata difficile. I sardi, reduci dal pareggio esterno contro il Torino, sono riusciti a collezionare punti utili per la lotta salvezza e sono da sempre una squadra ostica per i nerazzurri. Chissà, dunque, se i nerazzurri riusciranno a vendicare l’onta dell’1-4 dell’andata.

Stagione tormentata quella dei rossoblù di Zola. Dopo un brillante gennaio, in cui hanno conquistato 7 punti in 3 partite, i sardi non hanno confermato l’ondata positiva, racimolando un punto in 3 gare. Terzultimo in classifica, il Cagliari ha vinto solo 4 volte in serie A, solo 2 volte in casa ed entrambe le vittorie sono arrivate nelle ultime 3 gare interne.
Seconda peggior difesa casalinga (21 gol subiti), i padroni di casa hanno segnato e subito gol in tutte le ultime sei giornate di campionato ma, in particolar modo, hanno incassato reti in tutte le 12 gare in casa. Negativo soprattutto il computo dei gol subiti da fuori area: nessuno più dei rossoblù ha subito più gol da fuori area. E con Guarin, autore di ben tre gol da fuori (nessuno meglio di lui fin’ora), il pericolo è dietro l’angolo.

Aria di conferma per gli undici scesi in campo contro il Torino, sebbene il mister debba ancora sciogliere il dubbio sul modulo di gioco: 4-3-1-2 o 4-3-2-1. Entrambi i moduli hanno dato i loro frutti, il problema si presenta in zona gol, perché i rossoblù sprecano gran parte delle occasioni prodotte. Si va verso il 4-3-2-1: Conti sarà il regista ed ai suoi lati agiranno il giovanissimo Donsah e Dessena. Panchina per Cop. Davanti, Sau unica punta, supportato da M’Poku, per lui prima da titolare, ed Ekdal, autore di quatto gol stagionali, inclusa la tripletta dell’andata. Lo svedese, infatti, ha nell’Inter la sua preda preferita in serie A. Zola dovrà, poi, fare a meno di Balzano, infortunato, ma è ormai certo il recupero di Pisano. Per il resto, tutti a disposizione. Anche i nuovi arrivati Diakité e Husbauer (che comunque andranno in panchina).

PRECEDENTI – Nelle 35 partite giocate a Cagliari, i nerazzurri hanno esultato 11 volte, contro le 6 dei rossoblù; 18 volte le squadra si sono divise la posta in palio. E’ dalla stagione 2010-2011 che l’Inter non vince al Sant’Elia, quando Eto’o segnò subito prima dell’intervallo. Negli ultimi sei precedenti, infatti, l’Inter non è mai riuscita a vincere.
Un dato interessante riguarda il Cagliari, sempre a segno nelle ultime sette partite contro i nerazzurri, con una media di 1.9 reti a partita.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl