IC - Vecchioni: "Mancini ci voleva, vi svelo che in allenamento..."

IC – Vecchioni: “Mancini ci voleva, vi svelo che in allenamento…”


Ospite d’eccezione ieri ad Appiano Gentile. Ad assistere all’allenamento dei nerazzurri, il cantautore italiano Roberto Vecchioni. Ecco le sue parole ad Inter Channel:

Interista da quanto? Come è essere interisti in questo momento?
“Sono un interista di lunga data. E’ un po’ come un matrimonio, stare con l’Inter è come un matrimonio, bello, senza eccessivi tradimenti e scappatelle, uno di quei matrimoni che durano tutta la vita, come nelle favole, cosa che nella realtà non succede mai. Sono innamorato dell’Inter da quando ero bambino e non cambierà mai. Mio padre tifava Milan, una specie di cosa edipica la mia, per prendermela con lui iniziai a tifare Inter. Mi portò a vedere una partita del Milan, ne uscii disgustato. Gli chiesi se c’era un’altra squadra a Milano e lui mi portò disgustato. Gli dissi che il nerazzurro era più bello”. 

Le piace questa Inter?
“Piace è una parola grossa per chi ha visto il Triplete, Herrera e altri scudetti. Sicuramente ottima ricostruzione, Mancini è l’uomo che ci voleva, perché rischia, rischia bene. Può anche perdere a volte ma almeno ci prova: fa pressing, gioco d’attacco, di movimento, bisogna esser contenti di questo, poi non è importante se arrivano gol all’ultimo minuto, come col Torino e col Napoli, importante sono le prestazioni belle come quella contro la Juve”. 

Com’è assistere all’allenamento?
“Erano due anni che non venivo, ho avuto tante cose da fare, oggi giorno libero. Sono venuto qui anche per conoscere i nuovi. In due anni è cambiato tutto. Sembra un’altra squadra. Ho visto una cosa molto interessante, all’inglese, di Mancini: fa fare questo gioco rapidissimo e velocissimo tra due squadra, quando si arriva a 10 tocchi di seguito si ha un punto. Sono tutti infervorati, come se fosse un lavoro, non un gioco, cosa fondamentale, sono molto molto presi”. 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl