Samaden: "Sacchi è stato frainteso; Vecchi ha tirato fuori il massimo dai ragazzi"

Samaden: “Sacchi è stato frainteso; Vecchi ha tirato fuori il massimo dai ragazzi”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Roberto Samaden, responsabile del Settore Giovanile nerazzurro, è intervenuto a Inter Channel il giorno dopo il trionfo della Primavera di Stefano Vecchi nella 67^ Viareggio Cup, ecco il suo commento.

“Aver conquistato un’altra Viareggio Cup è una grande soddisfazione, soprattutto per il modo in cui è arrivata la nostra vittoria. Meritata”. È un successo che parte dalla base, con cinque giocatori che sono con noi sin dalla categoria Pulcini. È la dimostrazione di come lavoriamo quotidianamente”.

Quindi, il responsabile del Settore Giovanile nerazzurro commenta le dichiarazioni rilasciate ieri da Arrigo Sacchi: “Penso che l’intento del mister non fosse in linea con ciò che è emerso. Intendeva sicuramente altro. Il nostro lavoro è selezionare giocatori. Abbiamo 15 stranieri su 265 tesserati e, sinceramente, credo che i problemi del calcio giovanile siano ben altri”. Tornando sullo straordinario percorso intrapreso dai ragazzi di Stefano Vecchi, Samaden spiega: “Va sottolineata la crescita della squadra e del gruppo, c’è stato sempre il giusto atteggiamento. Abbiamo incontrato diverse difficoltà, sia per il clima sia per le condizioni dei terreni di gioco, ma abbiamo tirato fuori tutte le nostre doti e per questo dobbiamo dare merito all’allenatore e al suo staff'”.

“Considerando il match di campionato contro l’Udinese, abbiamo giocato 8 partite in 16 giorni – conclude -. Dietro a certe prestazioni c’è sicuramente un gran lavoro da parte di tutti, sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista atletico”.

fonte: inter.it

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy