Kovacic da recuperare per l'Inter...IC

Kovacic da recuperare per l’Inter…IC


Kovacic è passato da essere il perno centrale sul quale costruire l’Inter non solo del presente ma soprattutto del futuro ad essere ai margini della rosa e del progetto.

Mister Mancini lo ha provato in varie posizioni ma con un’idea precisa: farlo studiare da regista.
Anche ieri, durante la partita con l’Haladas, il tecnico lo ha provato davanti alla difesa ma, il giocatore, è apparso distratto e scarico, quasi scoraggiato. Il match è terminato in pareggio per 2-2 ed a brillare sono stati Hernanes, autore del rigore, ed il giovane Italo. Decisamente sotto tono sono apparsi Podolski e soprattutto il giovane croato.
Il maghetto di Linz sembra aver subito un’involuzione tecnica. Non riesce più a fare neanche ciò che prima gli veniva naturale, puntare l’uomo, aprire gli spazi, creare superiorità e giocare palla di prima.

Il tecnico Mancini deve assolutamente recuperare il giocatore dal punto di vista mentale. Questa è la priorità, poi verranno gli accorgimenti tattici e la maturazione tecnica, richiesta ad un calciatore della sua età.
Non c’è alcun dubbio sul valore del ragazzo, ma evidentemente ha bisogno di sentire la fiducia intorno a sé e squadra e società devono stargli accanto e supportarlo.

Da un punto di vista tattico la coppia di centrali tutta croata composta da Kovacic e Brozovic sarebbe esplosiva ed imprevedibile e per l’amato 4-2-3-1 di Mancini sarebbe perfetta. Il nuovo arrivato oltre ad avere buona tecnica personale, è un ottimo interditore e recupera molti palloni, ringhiando su ogni avversario gli capiti davanti. Il maghetto è più anarchico tatticamente e molto più tecnico. Se ben protetto, con i suoi passaggi filtranti ed i suoi lanci potrebbe facilmente far ripartire la manovra nerazzurra velocemente liberando uomini in zona gol.

Sarebbe una coppia giovane, ben assortita ed imprevedibile. Il centrocampo dei sogni nerazzurri.
Un in bocca al lupo a Mancini per l’arduo compito. I tifosi (e Kovacic) aspettano.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl