Inter in crisi, il cambio di modulo è la soluzione?

Inter in crisi, il cambio di modulo è la soluzione?


Tante critiche dopo l’ennesima sconfitta di Napoli. Le ultime prestazioni dei nerazzurri non sono di certo state esaltanti, con appena 10 punti raccolti in altrettanti turni di campionato e l’eliminazione dalla Coppa Italia.

L’Inter del 2015 grazie ai nuovi acquisti del mercato di gennaio offre al tecnico Mancini la possibilità di variare l’assetto tattico e la formazione della squadra. Il Mancio finora ha utilizzato il 4-2-3-1, con scarsi risultati. E’ il momento di cambiare, di intervenire al più presto per non peggiorare la già critica situazione. Sono molte le soluzione a disposizione, ecco quali potrebbe utilizzare il club nerazzurro per uscire dal tunnel della crisi.

L’Inter potrebbe schierarsi col 4-3-3  In questo caso sarebbe una formazione a trazione offensiva, sbilanciata in avanti per aumentare la pressione della squadra in cerca del gol e un centrocampista in più li mezzo al campo per dare più qualità.

Con il 4-3-1-2, modulo invece più equilibrato, si andrebbe a coinvolgere maggiormente il trequartista. In questo caso Kovacic sarebbe libero di agire sulla trequarti per ispirare le punte e non dare punti di riferimento alle difese avversarie. La “sorpresa” riguarda Shaqiri a fianco ad Icardi, posizione già utilizzata in passato nella sua carriera: lo svizzero dovrebbe adattarsi al ruolo di seconda punta, vista la sua duttilità tattica e il suo repertorio tecnico, potrebbe essere una soluzione concreta per l’ex Bayern, che potrebbe anche essere più vicino alla porta e quindi sfruttare maggiormente la sua grande abilità nella conclusione.

Basta cambiare modulo per trovare la strada giusta? Di certo un intervento è necessario, serve una scossa immediata. Il tempo dirà se un cambio tattico sarà sufficiente, Mancini riflette sul da farsi.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl