CONSIGLI PER GLI ACQUISTI - Lacazette, ecco perché l'Inter dovrebbe acquistarlo

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI – Lacazette, ecco perché l’Inter dovrebbe acquistarlo


Il campionato francese non è di certo il più entusiasmante, né tantomeno il più difficile in cui giocare. Ma i numeri non possono di certo essere bugiardi, nonostante tutto. Come negare, quindi, che Alexandre Lacazette sia un campione emergente? Classe 1991 e proveniente dal settore giovanile dell’Olympique Lyonnais, squadra in cui ancora milita, quest’anno ha già segnato in totale 24 gol in 28 gare.

Le reti in Ligue 1 sono 21, ben 12 più di Ibrahimovic e 13 più di Cavani. Anche e soprattuto grazie ai suoi gol, il Lione è in testa al campionato francese, a due lunghezze dal PSG e dal sorprendente Olympique Marseille del “Loco” Bielsa.

Un acquisto che potrebbe essere utile all’Inter, vista la poca lucidità degli attaccanti attuali sotto porta in molte occasioni. La sua arma vincente è la duttilità tattica: può giocare trequartista, seconda punta e attaccante esterno, ma è da quando è stato spostato al centro dell’attacco che si è rivelato al mondo per quello che è, un eccezionale finalizzatore. Nonostante non sia molto alto (175 cm) è dotato di una buona elevazione, ma soprattutto vanta nel proprio bagaglio tecnico una grande rapidità abbinata ad una imponente forza fisica e un ottimo dribbling.

Thohir lo sta seguendo, a gennaio sono spuntate fuori voci di un interessamento dei nerazzurri, ma l’investimento sarebbe importante: secondo Transfermarkt.it, il valore attuale del giocatore è di 20 milioni di euro, uno in meno, secondo il sito, di Mauro Icardi. E se Icardi viene valutato dai nerazzurri circa 35 milioni di euro, di certo non è inferiore la valutazione dell’attaccante francese. Investimento rischioso? Forse, ma se l’Inter decidesse di investire su un attaccante importante, uno dei primi nomi sulla lista dovrebbe essere proprio lui: Alexandre Lacazette.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl