GdS - Liti e confusione, ET incredulo e Mancini fa mea culpa

GdS – Liti e confusione, ET incredulo e Mancini fa mea culpa


La fotografia di questa Inter è a 1′ dal fischio finale. Mancini guarda la sua squadra affondare come il Titanic e gli viene un ghigno, un misto di rassegnazione ed impotenza. Non credeva potesse essere così difficile la situazione in casa nerazzurra.

Come riporta la Gazzetta dello Sport ieri Thohir ha passato più di un’ora al telefono con il dg Fassone. In diretta ha assistito allo sfaldarsi della sua Inter. Succede sempre qualcosa e tutto viene messo in discussione. Un solo punto a partita per il Mancio, 10 in 10 gare.

A fine partita le parole sibilline del tecnico: “Ci va tutto storto, ma arriverà il giorno del cambiamento. Spero che i nostri attaccanti possano migliorare cercando soluzioni diverse rispetto al contropiede. Perchè se si vuole un tecnico che gioca in contropiede, quello non sono io”.

Lite in diretta anche con Nemanja Vidic. Il difensore e l’allenatore si urlano a vicenda. Mancini voleva che il serbo giocasse in avanti alcuni palloni che invece passava indietro. Poi la sostituzione, frutto di un fraintendimento, ma nessuna stretta di mano fra i due.

Nell’intervallo il tecnico jesino aveva provato a stimolare le corde giuste dicendo ai giocatori di “Tirare fuori le p….” ma ormai la partita prendeva una piega sbagliata. Infine al termine della gara tornando sull’episodio di Icardi e i tifosi: “Mi spiace, ma l’Inter deve avere una certa mentalità non per andare d’accordo con i tifosi, ma per vincere”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl