GdS – Nervosismo interista

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La serenità non regna sovrana nell’ambiente nerazzurro e a dimostrarlo sono i fatti: da M’Vila che prende a pugni la panchina fino a Icardi che fugge al fischio finale passando per un polemico Osvaldo che, almeno, ha evitato di gettare benzina sul fuoco in uno stadio caldissimo non esibendo, al momento del gol, la canotta con la scritta “Vi ho purgato ancora” che nascondeva sotto la maglietta dell’Inter. La  Gazzetta dello Sport analizza gli attimi di nervosismo degli uomini di Mancini.

Le parole di Campagnaro – Il difensore argentino è consapevole del clima di fuoco che si era creato in campo e dei nervi che sono saltati agli interisti. Alla GdS ha rilasciato anche dichiarazioni in merito alla gara: “Abbiamo creato pericoli ma anche subito tantissimo”.

M’Vila- Appena cinque minuti dopo l’espulsione di Mancini, Yann M’Vila vine richiamato al posto di Kovavic, spiega la GdS, e già dal campo il suo labiale non lascia dubbi sul suo stato d’animo. L’esplosione arriva una volta arrivato in panchina, prendendo a pugni un pezzo di plexiglass che rimbomba fino in tribuna. A placarlo ci ha pensato il giovanissimo Mbaye che lo porta a sede affianco ai fisioterapisti.

Attaccanti bollenti- Dopo aver firmato il 2-2, Osvaldo in modo provocatorio non ci pensa due volte a zittire i suoi ex tifosi e ad andare a festeggiare sotto il settore riservato al tifo nerazzurro. Mazzoleni è stato costretto all’intervento ammonendo l’attaccante interista nonostante non si fosse tolto la maglietta. Un provvedimento simile, ma più severo, è stato applicato da Gavillucci a Falcinelli del Perugia la scorsa settimana quando, in occasione del gol contro la Ternana, è stato espulso per essere andato a esultare con i suoi tifosi. A fare preoccupare i tifosi anche il gesto d’insofferenza di Icardi al momento del cambio a pochi minuti dalla fine. L’argentino non ha gradito giocare gli ultimi scampoli di partita e a fine gara ha preso la via egli spogliatoi senza salutare compagni e avversari. Ora Mancini avrà una settimana di tempo per gettare acqua sui bollenti spiriti.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook