Inter, alla ricerca degli esterni d’attacco

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Come riportato da Calciomercato.com al momento della lettura delle formazioni prima del derby, un po tutti sono rimasti sorpresi dalla mossa Kovacic e Palacio rispettivamente collocati sulla fascia sinistra e destra del versante d’attacco nerazzurro.

Ovviamente l’esperimento non ha dato i risultati sperati, anche per le doti naturali del giovane croato, abituato a raccogliere palla a centrocampo e dare il “la” alla manovra della squadra. E quindi mentre Kovacic tendeva ad accentrarsi lasciando la sua corsia scoperta, Palacio uomo d’area abituato a fare goal, agiva troppo lontano dallo specchio della porta, abbandonando di conseguenza il povero Icardi a sbattere la testa contro l’intera difesa rossonera. 

Un modulo di Mancini, quello il 4-3-3, che costringe per forza di cose qualcuno ad adattarsi sulle fasce. In alternativa all’ex talentino della Dinamo Zagabria o al “Trenza” ci sarebbe il profeta Hernanes, o altrimenti l’intervento sul mercato pare necessario. Con l’avvento del Mancio sulla panchina nerazzurra, sono iniziati subito a circolare i nomi di Cerci e Lamela, con il primo sicuramente più abbordabile del secondo, visto le molte difficoltà che sta riscontrando l’ex Torino alla corte di Simeone. Il secondo, Lamela, pare un sogno proibito come il forte nazionale svizzero del Bayern Monaco, Xherdan Shaquiri.

Un intervento a breve termine sarebbe quindi cosa giusta, altrimenti si guarda con interesse già in estate, quando a Milano potrebbe giungere l’esterno del Psv, Zakaria Bakkali, già visionato nella scorsa estate dai dirigenti nerazzurri, ed in scadenza di contratto con la società olandese.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook