Zaza choc: “Volevo mollare tutto, ora invece sono qui. Nel calcio c’è gente cattiva”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La storia di Simone Zaza è molto particolare. Fino a qualche anno fa voleva mollare tutto e oggi è invece un giocatore della Nazionale italiana

“Io volevo diventare come Van Basten e oggi i bambini vogliono diventare come Zaza”, racconta l’attaccante del Sassuolo in      un’ intervista alla Gazzetta dello Sport.

I problemi non sono stati pochi. “Il nostro mondo è stressatissimo, non è la favola che sembra e non è abitato solo da belle person, anzi: c’è gente cattiva, che ti porta in alto quasi solo per poter aspettare il momento di affossarti. Peccato, potrebbe essere un ambiente molto più sereno di quello che è: potrebbe, tuona Zaza.

Ora è al top, ma nel suo percorso ha incontrato anche tanti momenti brutti. “E’ stato colpa del calcio, non di situazioni sbagliate o compagnie balorde. Alla Juve Stabia conoscevo a memoria le tribune di tutti gli stadi di serie B, ma a Bergamo fu molto peggio, e pensare che io Bergamo ce l’ho ancora nel cuore. Sei mesi orribili, non ridevo più, non avevo voglia di niente, vedevo tutto nero. Ho pensato per la prima volta di non arrivare mai in serie A”. 

 

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook