Modella partorisce la figlia di un calciatore...ma scopre che è un sosia!

Modella partorisce la figlia di un calciatore…ma scopre che è un sosia!

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Una delle storie più incredibili di questo 2014 arriva dall’Inghilterra, dove la modella Josie Cunningham ha dato alla luce una bambina dopo essere stata messa incinta da quello che pensava fosse un calciatore – più precisamente il capitano dell’Hull City Curtis Davies – e che invece si è rivelato essere solamente un sosia del giocatore.

Josie Cunningham, 24enne di Leeds, ha scoperto la truffa appena due giorni prima di dare alla luce la sua terzogenita, dopo aver vissuto una storia di 18 mesi con il “finto calciatore”, con tanto di cene romantiche e incontri piccanti in hotel.

Non era una relazione full-time e quindi non lo vedevo così spesso. Per questo è riuscito a tenere in piedi la sua bugia”, ha dichiarato la Cunningham, che ha anche ammesso di “non essere stata così furba”, anche perché alcuni amici l’avevano già messa in guardia.

Josie si è parzialmente giustificata dicendo che il suo uomo era davvero un “sosia identico” di Curtis Davies (che in realtà è un 29enne che ha passato la carriera tra Premier League e Championship, vestendo le maglie di WBA, Aston Villa, Birmingham e Hull, e ha già una relazione stabile), ma è davvero incredibile che la modella si sia accorta dell’inganno solo due giorni prima del parto…

“Mi sento sporca, piena di vergogna e devastata interiormente: sono stata completamente manipolata da un uomo che per 18 mesi ha finto di essere un calciatore di Premier League”. È questa forse la frase più emblematica con la quale Josie Cunningham ha espresso le sue sensazioni ai suoi followers su Twitter…

Fonte: Eurosport

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy