CALCIOMERCATO/ Biabiany piace, ma la trattativa è congelata. La svolta può arrivare se…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

La tormentata storia d’amore tra l’Inter e Jonathan Biabiany potrebbe non essere ancora giunta ai titoli di coda. La società nerazzurra e l’esterno francese, che si sono mollati e ripresi a stagioni alterne – riuscendo tuttavia a coronare insieme il sogno di diventare campioni del mondo nell’era post Mourinho – potrebbero riabbracciarsi entro il primo settembre, giorno di chiusura del calciomercato estivo. Il numero 7 gialloblu piace a Piero Ausilio, che qualche settimana fa aveva dichiarato pubblicamente l’interesse nei confronti del calciatore.

Questione di apprezzamenti, ma nessun corteggiamento ufficiale. Il Parma sarebbe anche disposto a cedere il cartellino, ma solo per una cifra congrua al valore del calciatore. Al momento la richiesta è di poco inferiore ai 10 milioni di euro, somma ritenuta eccessiva dal club di Erick Thohir.

La trattativa, se così può definirsi, attualmente è congelata. L’Inter, infatti, è ferma all’offerta dello scorso mese, quando propose un maxi-scambio, rifiutato dai ducali, nell’ambito dell’affare Belfodil. Non è da escludere, però, che i nerazzurri possano ottenere un piccolo sconto qualora il Parma decidesse di riportare in Emilia Ezequiel Schelotto, ai margini della rosa di Walter Mazzarri.

E qual è il parere del tecnico toscano? L’esterno sarebbe gradito, soprattutto ora che nella mente di Mazzarri – ma anche sul campo – c’è quel 4-3-3 che esalterebbe le doti dell’attaccante attualmente alla corte di Roberto Donadoni.

Ma l’Inter non ha fretta e si guarda intorno. Le soluzioni e le alternative, a poco più di un mese dalla chiusura del calciomercato, sicuramente non mancano.

 

 

(Twitter: @MagriDen)

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook