VIDEO/ Julio Cesar commosso: “Solo Dio e la mia famiglia sanno cosa ho passato. Quattro anni fa…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

 

Aspettava questo momento da quattro anni. Per Julio Cesar l’eliminazione prematura di Sudafrica 2010 è stata un incubo costante. Difficile dimenticare quella sconfitta contro l’Olanda; serviva una giornata da protagonista e quella giornata è arrivata proprio ieri.

L’ex Acchiappasogni nerazzurro ha scelto un’occasione speciale per riscattarsi, davanti al suo popolo, nel “Mondiale dei Mondiali”: un miracolo per tenere in partita la Seleçao e due rigori parati per alleviare la tensione sui compagni e spianare la strada verso la qualificazione ai quarti: “E’ stato difficile, ma contavamo di passare il turno – ha spiegato l’estremo difensore verdeoro a fine partita –. Ci aspettavamo una partita complicata. Nonostante un buon primo tempo, dopo il pareggio abbiamo fatto fatica. Ringrazio il pubblico e i miei compagni di squadra. Ci crediamo molto, anche se è psicologicamente complicato giocare con una pressione simile. Quattro anni fa ho fatto un’intervista, ero triste, piangevo. Anche adesso sono emozionato, ma le mie sono lacrime di gioia. Solo Dio e la mia famiglia possono sapere quello che ho passato e che passo oggi. E’ andata bene, ora ci aspettano altre partite e pensiamo a quelle. Il mio sogno è festeggiare insieme a tutti i brasiliani”.

VIDEO:

 

 

 

 

 

 

 

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook