Milito: “Era arrivato il momento di tornare, sognavo di chiudere la carriera al Racing. Il mio ciclo all’Inter…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo aver dato l’addio ai colori nerazzurri, il ritorno di Diego Milito nella terra che l’aveva visto nascere e crescere – umanamente e professionalmente – era solo una formalità. Da ieri è ufficiale: dopo cinque stagioni in cui ha regalato all’Inter e al popolo nerazzurro la bellezza di 75 reti in 171 partite, conducendo la Beneamata sul tetto del mondo, il “Principe” lascia Milano per tornare al Racing Club de Avellaneda, squadra che dieci anni fa lo ha lanciato verso il palcoscenico europeo.

L’ormai ex attaccante nerazzurro ha firmato ieri il contratto che lo legherà ai biancocelesti per un anno e mezzo (fino al dicembre 2015) e, nella conferenza stampa di presentazione, si è espresso così sul suo ritorno nel club sedici volte campione d’Argentina: “Sono felicissimo perchè era quello che volevo. Ho sentito che era arrivato il momento giusto per tornare. Il mio ciclo all’Inter è stato stupendo e si è concluso. Vestire di nuovo la maglia del Racing è un sogno.La mia idea è sempre stata di chiudere qui la carriera e, se Dio vorrà, sarà così. Nonostante la distanza, non ho mai smesso di seguire questo club. Sono nato e cresciuto con questa maglia e voglio restituire a questa squadra tutto quello che mi ha dato. Il mio ruolo? Voglio assumermi le responsabilità che è giusto si prenda un giocatore della mia età. E’ una bella sfida. So che ci sono molti ragazzi di talento e mi rendo conto che bisogna aiutarli a crescere. Sono qui per fare la mia parte e ai tifosi posso promettere che lavorerò duro. Il mio impegno per qusta maglia è assicurato”.

 

Antonio Simone

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook