CALCIOMERCATO/ Triangolo italiano per Lamela: Juve, Napoli e Inter pronte a sfidarsi, ma Pochettino…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo un solo anno in Premier League per Erik Lamela potrebbero riaprirsi le porte della Serie A. Secondo il Corriere dello Sport, infatti, il fantasista argentino sarebbe finito al centro di un affascinate triangolo di mercato che coinvolge Juventus, Napoli e Inter, senza che nessuna delle tre riesca al momento a prevalere.

Stesso interesse per il giocatore ex Roma, stesse strategie per il mercato, stesse le ragioni per affondare il colpo decisivo chiudendo un corteggiamento che parte da lontano e affonda le sue radici a gennaio. Benitez, per il suo tipo di gioco, ha bisogno di un attaccante esterno in più (a destra o a sinistra), in grado di superare con facilità l’uomo e creare superiorità numerica: Lamela in questo senso potrebbe inserirsi tra i tre alle spalle di Higuain. La Juve di Antonio Conte invece, si prepara al varo del 4-3-3 e dunque ha bisogno di esterni in attacco che ad oggi (eccezion fatta per Pepe, reduce da una stagione piuttosto travagliata) non ha. Ma Lamela farebbe comodo anche a Mazzarri, che vedrebbe bene l’argentino in un 4-3-2-1 a supportare Icardi insieme a Palacio.

Ceduto al Tottenham lo scorso agosto per 30 milioni di euro (+ 5 di bonus), gli Spurs partono da una base d’asta di 24 milioni per limitare la minusvalenza. Le italiane ragionano su un prestito con diritto di riscatto per dilazionare il pagamento e verificare l’effettivo rendimento del giocatore. Attenzione però a Pochettino: il nuovo tecnico del club londinese ha detto per il momento no al prestito, puntando forte sul giocatore per la prossima stagione. Staremo a vedere come andrà a finire.

 

 

 

 

Fonte: Corriere dello Sport

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook