Dal Liverpool al Borussia, tutti pazzi per Kovacic. Ma l’Inter lo blinda e l’agente conferma: “Mateo non si muove!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Che il talento cristallino di Mateo Kovacic abbia attirato su di sè le attenzioni di mezza Europa non è una novità. Già da inizio anno vi avevamo accennato dei sondaggi del Liverpool di Brendan Rodgers, che avrebbe individuato nel gioiellino croato il prospetto ideale per far compiere il salto di qualità definitivo al centrocampo dei Reds. Una voce confermata anche da La Gazzetta dello Sport, che certifica le attenzioni di tutti i top club del continente per il numero 10 nerazzurro, destinato a esplodere nell’immediato futuro, grazie a qualità che potrebbero trasformarlo in breve tempo da semplice promessa a vero e proprio top player: Mateo ha carattere e ha dimostrato che la sua visione verticale e rapida del calcio non è cosa per tutti.

Oltre al Liverpool, anche Borussia Dortmund, Arsenal e Manchester United hanno già manifestato il proprio interesse trovando però l’opposizione dell’Inter, che considera Mateo il blocco di marmo sul quale continuare a costruire. Il club nerazzurro sta creando attorno al talento un vero e proprio fortino per soffocare ogni tentativo proveniente dall’esterno. Kovacic e Icardi restano con noi hanno ripetuto spesso Thohir e il d.t. Ausilio. Sta di fatto che i tentativi ci sono e ci sono stati, ma sono stati tutti rispediti al mittente: l’ex Dinamo Zagabria è il presente e il futuro dell’Inter.

La conferma arriva anche dall’agente del giocatore: “Mateo rimane all’Inter, non ci sono dubbi – ha dichiarato Nikky Vuksan ai microfoni di calciomercato.it -. Lui vuole restare e la società vuole tenerlo, non si muove!”

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook