Thohir-Mazzarri: entro fine mese un incontro per decidere il futuro, con qualche nodo da sciogliere

Thohir-Mazzarri: entro fine mese un incontro per decidere il futuro, con qualche nodo da sciogliere

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Erick Thohir sta per lasciare Londra, Walter Mazzarri è alla Pinetina. Si rivedranno fra un paio di settimane, al rientro del presidente a Milano: per Thohir, appuntamento da 230 milioni di euro con gli istituti bancari e la verifica del punto due del progetto finanziario Inter 2014-2015. Sistemati i conti, sarà affrontata anche la questione tecnica che i fischi (a Mazzarri) prima di Inter-Lazio hanno aperto. Molto nel cuore dell’allenatore, un po’ anche nei pensieri della società.

Al momento, però, l’Inter non è a caccia di un nuovo tecnico. E’ un problema che Thohir non intende affrontare: ce ne sono già troppi, in società e nel gruppo prima squadra. Ripartire da Mazzarri non è una scelta obbligata, ma sarebbe un non senso cambiare ancora dopo quattro stagioni nelle quali la panchina dell’Inter ha visto passare Benitez, Leonardo, Gasperini, Ranieri, Stramaccioni e appunto Mazzarri. La frenesia dei cambi, un po’ voluti un po’ sofferti, è da sempre un’inquietudine perdente. (Il quadriennio di Mancini e il biennio di Mourinho confermano che l’esatto contrario è la strada giusta).

Per questo il Mazzarri-bis è un’esigenza strategica, e non solo dettata dal contratto fino al 2015. E questo ai di là dei chiaroscuri di stagione, dei fischi di San Siro e del sentimento dei tifosi verso il tecnico: quasi di insofferenza. Occorre tenerne conto, ovvio. Ma tocca a Mazzarri saper riconquistare la gente. L’effetto-derby e l’effetto-fischi svaniranno.

Poi c’è anche l’aspetto panchina visto da chi la occupa. Ovvero dal medesimo Mazzarri che guarda al futuro in nerazzurro a patto che ci sia un atto di fiducia da parte del club, con un prolungamento del contratto fino al 2016. In caso contrario, potrebbe essere lui a fare un passo indietro.

Fra un paio di settimane il verdetto. Ma l’Inter 2014-2015 senza Mazzarri, oggi come oggi, Thohir non la vede. E nemmeno Moratti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte: Sportmediaset

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy