Icardi: “Per me è stato un anno meraviglioso. L’assist di Kovacic? Mateo è un grande. Ho abbracciato Pupi perchè…”

Abbraccio Zanetti Icardi Inter-Lazio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

In qualità di testimonial per un evento in piazza Cordusio, organizzato per promuovere il turismo dell’isola Gran Canaria, Mauro Icardi ha tracciato un bilancio della sua prima stagione in maglia nerazzurra: “E’ stato un anno meraviglioso, a Milano mi trovo benissimo – spiega il numero 9 argentino –. Un bonus se arrivo a 10 gol? Non lo so, dovete chiedere al mio procuratore, ma giocare l’ultima partita con Milito sarebbe bello”.

A chi gli chiede se le belle parole di Thohir e Ausilio suonino già come una conferma da titolare per l’anno prossimo, l’ex centravanti blucerchiato risponde così: “E’ presto per parlare di queste cose. Vedremo ad agosto”. Quindi, sull’abbraccio con Zanetti dopo il gol messo a segno contro la Lazio: “Mi ha aiutato tanto in tutti gli aspetti della mia vita, ho voluto dedicarglielo. L’assist di Kovacic? Bello, ma sappiamo tutti che Mateo è un grandissimo giocatore”