CALCIOMERCATO/ Sirene russe per Livaja: Rubin Kazan pronto a rilevare l'intero cartellino

CALCIOMERCATO/ Sirene russe per Livaja: Rubin Kazan pronto a rilevare l’intero cartellino

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Sembrerebbe vicina alla fine l’avventura italiana di Marko Livaja. L’attaccante croato, considerato dagli addetti ai lavori uno dei prospetti più interessanti cresciuti dalla cantera nerazzurra, sarebbe finito sul taccuino degli uomini mercato del Rubin Kazan. Ci sono già stati i primi incontri e la trattativa sembra essere ben avviata.

Il 2oenne è attualmente in comproprietà tra Atalanta e Inter, ma il suo futuro sarà sicuramente lontano da Bergamo, dove si era trasferito un anno e mezzo fa. Partito in cerca di continuità per “farsi le ossa” in attesa di un ritorno alla casa madre, Livaja, dopo un inizio promettente, ha mostrato il suo lato più negativo: un carattere problematico, che lo ha portato per ben due volte a finire fuori rosa, rovinando il rapporto con mister, compagni di squadra e tifosi.

Il talento non basta e la forte personalità di questo ragazzo, ancora molto giovane, rischia seriamente di comprometterne la crescita. In 23 partite stagionali sono 4 le reti realizzate, esattamente come nella stagione precedente, divisa tra Inter e Atalanta.

Stando alle notizie circolate negli ultimi giorni, però, il club russo sarebbe disposto a scommettere sul croato, con la convinzione di poter limare certi aspetti del suo carattere e sfruttare appieno il suo grande potenziale. L’interesse appare quindi concreto e l’offerta per acquisire l’intero cartellino potrebbe aggirarsi sui 5-6 milioni. Per l’apertura del mercato russo, il 20 giugno, l’affare potrebbe già essere definito.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy