Il popolo nerazzurro "esonera" Mazzarri, ma Thohir...

Il popolo nerazzurro “esonera” Mazzarri, ma Thohir…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

“Mazzarri vattene!” è il tormentone che ha invaso la rete a partire da domenica sera. I tifosi nerazzurri, dopo aver assistito attoniti alla sconfitta maturata in occasione della stracittadina milanese, hanno chiesto a gran voce l’esonero del tecnico toscano. Sotto la guida dell’ex Napoli e a due giornate dal termine del campionato, l’Inter ha disputato una stagione altalenante, costellata di alti e bassi e al di sotto delle aspettative iniziali.

La rabbia e la frustrazione dei supporters della Beneamata deriva, innanzitutto, dall’atteggiamento arrendevole della squadra e dalla palese assenza di gioco e lo zero nella casella dei tiri verso la porta di Abbiati evidenzia in modo inequivocabile questo aspetto. In secondo luogo, il mancato inserimento di Zanetti, prossimo all’addio e all’ultimo derby in carriera, non ha fatto altro che rendere più veemente la protesta del tifo nerazzurro. Un’altra colpa riconosciuta al tecnico di San Vincenzo riguarda la gestione dei cambi, che sarebbero arrivati troppo tardi visto che i giocatori in campo avevano già dato segnali poco confortanti prima del gol. Questa rivolta, dunque, potrebbe clamorosamente rimettere in discussione Mazzarri, nonostante le ripetute conferme della società.

Thohir, infatti, come tutto il popolo interista, ha mal digerito la prestazione della squadra nel derby. Nell’ipotesi in cui l’Inter non riesca a mantenere l’attuale quinto posto e non raggiunga l’obiettivo europeo, la posizione dell’allenatore diventerebbe critica. Tuttavia, per il momento, Mazzarri sembra essere ancora ben saldo sulla panchina meneghina.

In caso di qualificazione europea, sarebbe difficile pensare ad un esonero anche per motivazioni economiche. Con Stramaccioni ancora sul libro paga, un eventuale allontanamento di Mazzarri significherebbe avere tre allenatori stipendiati per la stagione 2014/2015. Questa situazione rende ancor più difficile un addio anticipato del toscano. Con altri risultati negativi, però, si potrebbero aprire nuovi scenari.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy