Primavera: l'Inter chiude la regular season battendo la capolista. Mercoledì, al "Facchetti", il primo spareggio con l'Empoli

Primavera: l’Inter chiude la regular season battendo la capolista. Mercoledì, al “Facchetti”, il primo spareggio con l’Empoli

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

All’ultima giornata della fase regolare del Campionato Primavera i ragazzi di Salvatore Cerrone si tolgono una grande soddisfazione al “Comunale” di Caselle di Sommacampagna (VR) battendo 3-2 il Chievo Verona, giá qualificato alla Final Eight.

Mister Cerrone decide per un po’ di turnover visto il quarto posto oramai matematico. In porta torna il croato Ivusic con in difesa Longo a destra, Dalla Riva a sinistra e Yao e Pinton a formare la coppia centrale. In mezzo al campo Mira con al suo fianco il classe 1996 Gaiola, Baldini agisce a destra con Ventre a sinistra. In attacco Bigotto alle spalle della prima punta romena Puscas.

Il match inizia a ritmi piuttosto blandi complice anche una copiosa pioggia che sa d’inverno piú che di primavera inoltrata. Al 9′ si fa vedere l’Inter con un cross di Longo che mette in difficoltá il portiere clivense Picco che viene salvato dal compagno Yamga che spazza in corner. Al 15′, al primo vero affondo, la squadra di casa passa: cross di Zamboni e ottimo movimento di Bianchi che anticipa tutti e batte Ivusic. Passano tre minuti ed il Chievo potrebbe trovare il gol del pari con Gatto lanciato a rete viene fermato addirittura in scivolata da Ivusic. Ancora i clivensi in attacco al 21′ con Puntar che dal cuore dell’area prova a beffare il portiere interista ma la sua conclusione termina di poco a lato. Al 30′ corner per il Chievo con Yamga che svetta sui giocatori interisti ma mette di poco a lato. Al 32′ l’Inter si scuote, assist in profonditá di Ventre per Puscas che al volo di destro batte Picco. Senza ulteriori occasioni degne di nota termina la prima frazione di gioco.

Parte forte l’Inter nella ripresa e al 50′ Ventre con un tiro a giro sfiora il punto del vantaggio. Al 55′ grande azione personale di Yamga che peró si perde sul piú bello al momento del tiro. Passa un minuto e l’Inter trova, in maniera rocambalesca. il gol del 2-1: cross del neoentrato Di Marco (classe 1997, ndr) ed improvvida deviazione del difensore Magri che deposita alle spalle di Picco. Il Chievo prova a reagire ma al 64′ l’Inter colpisce senza pietá: cross dalla sinistra e colpo di testa di Bigotto a siglare la terza rete nerazzurra. I clivensi peró rientrano subito in partita con Marchionni abile ad intercettare un tiro-cross. L’Inter regge bene alle folate offensive dei padroni di casa e il debuttante Di Marco mette in mostra tutte le sue qualitá sfiorando anche la rete all’82’ con una conclusione respinta di piede da Picco. All’85’ un altro subentrante, Capello, ha la palla buona per chiudere il match ma colpisce incredibilmente il palo a porta vuota, su assistenze ancora di Di Marco. Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Rossi della sezione di Rovigo decreta la fine delle ostilitá e la conseguente vittoria per l’Inter.

I nerazzurri, qualificati ai playoff come miglior quarta, affronteranno in gara secca l’Empoli mercoledí prossimo al “Facchetti”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy