Di Carlo: "Mi aspetto un Livorno aggressivo. Inter penalizzata dagli arbitri? Spero che domani..."

Di Carlo: “Mi aspetto un Livorno aggressivo. Inter penalizzata dagli arbitri? Spero che domani…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Giornata decisiva per il Livorno di Domenico Di Carlo che, dopo le sconfitte di Chievo e Bologna negli anticipi di ieri, ha una ghiottissima occasione per rilanciarsi nella corsa salvezza.

Domani sera all’Armando Picchi arriverà l’Inter di Walter Mazzarri e il tecnico amaranto commenta così in conferenza stampa la sfida contro i nerazzurri: “In settimana abbiamo lavorato sulla testa, sul piano mentale e su quello caratteriale. Noi dobbiamo guardare noi stessi, giochiamo in casa e dobbiamo lottare su ogni pallone per cercare di fare punti con tutti. Non siamo delusi dalle ultime prestazioni, ma siamo arrabbiati. Domani mi aspetto la voglia di reagire e di aggredire l’avversario. Cederemo campo all’Inter ma dovremo essere pronti a cercare di fare male sul recupero palla”.

I toscani sono reduci da due sconfitte consecutive: “Prima prendevamo gol ma segnavamo, adesso non segniamo. I risultati negativi degli ultimi due turni non fanno contento nessuno, ma vedo voglia di riscatto. Adesso occorre guardare avanti e non voltarsi indietro. La forza di questa squadra è sempre stato il gruppo”.

Riguardo le polemiche sui tanti errori arbitrali che hanno penalizzato l’Inter, Di Carlo si esprime così: “Ho sentito che non sanno se ridere o piangere. Beh, se mi permettete una battuta, spero che domani piangano loro e che magari il Livorno possa vincere 1 a 0 con un rigore.

In chiusura, su Mazzarri: “I risultati sono a suo favore. Deve avere tempo di costruire. Il suo metodo di lavoro ha bisogno di tempo. L’anno prossimo farà sicuramente meglio”.

 

Antonio Simone

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy