Colantuono: "Il rendimento dell'Inter è merito di Mazzarri. Noi stiamo bene e vogliamo giocarcela"

Colantuono: “Il rendimento dell’Inter è merito di Mazzarri. Noi stiamo bene e vogliamo giocarcela”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Nel match valido per la 29^giornata di campionato, l’Inter di Walter Mazzarri ospiterà domenica pomeriggio a San Siro l’Atalanta. La squadra di Colantuono sta vivendo un buon momento di forma ed è reduce dal secco 3-0 inflitto alla Sampdoria nello scorso turno. Alla vigilia della partita, l’allenatore degli orobici ha risposto così alle domande dei cronisti presenti: “A San Siro ci aspetta una sfida molto difficile. Dovremo avere una mentalità propositiva, perché contro queste squadre non puoi pensare solo a difenderti. L’arrivo di Hernanes ha sicuramente aumentato il tasso tecnico della squadra, ma l’uomo in più resta Mazzarri“.

“Il lavoro di Mazzarri – prosegue il tecnico- sta dando i suoi frutti. Nonostante qualche difficoltà, adesso l’Inter è una delle squadre più in forma. Noi stiamo bene sia fisicamente che mentalmente, dunque possiamo giocarcela. La buona posizione di classifica che occupiamo ci darà i giusti stimoli per continuare a migliorarci e finire il campionato nei migliori dei modi”.

Al netto delle assenze di Benalouane (squalificato per 3 giornate), Brivio e Cazzola, sono 25 i calciatori convocati dall’allenatore orobico:

PortieriConsigli, Frezzolini, Sportiello.

Difensori: Bellini, Del Grosso, Lucchini, Nica, Raimondi, Scaloni, Stendardo, Yepes.

CentrocampistiBaselli, Bonaventura,  Carmona, Cigarini, Estigarribia, Giorgi, Kone, Migliaccio, Moralez.

Attaccanti:  De Luca, Denis, Livaja, Brienza, Bentancourt. 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy