Alvarez: “Sono pronto per rientrare. Rinnovo? Ne stiamo parlando, ma il mio desiderio…”

Ricky Alvarez Brooks Brothers
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Anche Ricky Alvarez ha presenziato all’evento del negozio Brooks Brother in via San Pietro all’Orto a Milano, rilasciando poi alcune dichiarazioni ai microfoni dei giornalisti presenti: “Rinnovo del contratto? Ne stiamo parlando, il mio desiderio è di rimanere qui perché sto bene – ha dichiarato il centrocampista argentino –. Ora comunque non ci penso, sono concentrato perché ho appena ricominciato ad allenarmi con la squadra, di quelle questioni parlerà la Società con il mio procuratore, non posso stare tutti i giorni a chiedere come vanno le cose”.

“Il mio rientro definitivo? Ora credo di essere a disposizione, il mister farà le sue scelte ma io sono pronto per rientrare ad allenarmi con la squadra e contento di poterlo fare. Domenica spero di poter giocare dall’inizio o anche a partita in corso, ma l’importante è che la squadra vinca, facendo le cose che sappiamo fare perché siamo sulla buona strada”.

Hernanes? E’ importante per noi, aveva già dimostrato di poter giocare molto bene in un calcio non semplice come quello italiano. Per noi è stato un acquisto molto importante che ha portato dei risultati”.

“L’Inter del futuro? Ora pensiamo a questo campionato, a finire nel miglior modo possibile, poi a fine stagione chi di dovere penserà a prendere decisioni, noi dobbiamo solo finire bene la stagione. Il meglio possibile è provare a vincere ogni partita, poi alla fine si faranno i conti. Dopo la sconfitta con la Juve il fatto di aver continuato a lavorare è stata la cosa migliore per poter uscire da quella situazione, abbiamo lavorato tutta la stagione, a volte i risultati non arrivano, ma l’importante è non mollare. Quella è stata la cosa migliore, ora infatti stiamo avendo dei risultati”.

“Cambiasso al mondiale? Conosco il Cuchu, è un giocatore fortissimo, ma non decido io, come ho detto l’allenatore farà le sue scelte”.

 

Fonte: inter.it