Campagnaro, Rolando e Ranocchia leader di una difesa che non sbaglia più

Campagnaro, Rolando e Ranocchia leader di una difesa che non sbaglia più

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Sono stati le tre colonne di una difesa alquanto impeccabile contro un’avversaria ostica come il Verona, trascinatori con esperienza e carattere di un’Inter sempre più lanciata in classifica. Come riporta oggi il Corriere dello Sport, Campagnaro, Rolando e Ranocchia sono stati tra i migliori del match di ieri contro gli scaligeri, a conferma di quanto il lavoro e le motivazioni spesso riescano a fare la differenza nel calcio. Tre casi e situazioni molto diverse le loro, dai destini quasi opposti. Campagnaro e Rolando, entrambi ex Napoli, hanno sempre goduto della fiducia e della stima di Mazzarri che già li conosceva bene. L’argentino era intoccabile anche sotto l’ombra del Vesuvio, meno il suo compagno di squadra relegato spesso in panchina. All’Inter stanno vivendo entrambi una seconda giovinezza, rilanciati al massimo con prestazioni di qualità, diventando punti cardini del progetto nerazzurro.

Molto diversa la storia di Ranocchia, a gennaio ad un passo dal cambiare aria. A pochi giorni da termine della finestra invernale del mercato poi, il suo trasferimento è saltato restando, alquanto sfiduciato, in nerazzurro. Tante settimane in panchina, dal 6 gennaio non ha più trovato spazio poi complici infortuni e defezioni, è stato ributtato nella mischia da Mazzarri. Da professionista dal grande attaccamento alla maglia nerazzurra ha dato il massimo in campo, riconquistando un posto di fiducia nell’undici interista. Insomma, una difesa bunker che non subisce reti da tre match e che si conferma punto di forza del club di Thohir.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy