Mazzarri: "Roma sottotono? Merito nostro. D'Ambrosio avrà le sue occasioni, ma Jonathan..."

Mazzarri: “Roma sottotono? Merito nostro. D’Ambrosio avrà le sue occasioni, ma Jonathan…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo lo 0-0 dell’Olimpico, Walter Mazzarri ha analizzato così in conferenza stampa il punto ottenuto dai suoi ragazzi contro i giallorossi. Ecco le sue parole:

Un’Inter che ha fatto meglio nel primo tempo e ha sofferto un po’ di più nella ripresa…

“Sono d’accordo. Il rammarico è che abbiamo giocato bene, ma abbiamo raccolto un solo punto. E nel finale abbiamo addirittura rischiato di perdere perchè siamo calati di intensità. Non è facile tenere un ritmo alto per tutti i novanta minuti”.

Si aspettava una Roma migliore?

“Penso sia stato merito nostro se la Roma è andata in difficoltà. Li abbiamo costretti a giocare sulle fasce e se loro non hanno fatto lo stesso gioco di sempre il merito è nostro”.

Credi di aver trovato la quadratura giusta?

“Ora che è finito il mercato, possiamo lavorare con serenità. Abbiamo perso troppi punti per strada, ma è un anno di transizione e ci manca ancora qualcosa”.

Come mai non è entrato D’Ambrosio?

“A me Jonathan è sembrato uno dei migliori. Poi quando non ce la faceva più ho messo Zanetti perchè con la sua esperienza poteva aiutarci di più nella fase finale del match. Fino all’ultimo ho valutato l’ipotesi D’Ambrosio, ma l’esterno è un ruolo delicato. Avrà le sue occasioni”.

Adesso hai una rosa più ampia. Può essere la spinta per un finale di stagione importante?

“La competizione è sana. I giocatori sanno che ora posso scegliere, perchè in diversi reparti ora simo competitivi. Tutti restano sulla corda e per me è più facile scegliere perchè di solito, quando è così, l’allenatore non sbaglia mai”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy