CALCIOMERCATO/ Ausilio in missione Oltremanica: si lavora già per l’Inter del prossimo anno

Piero Ausilio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Piero Ausilio è volato in Inghilterra in veste di agente 007. Il neo direttore dell’area tecnica nerazzurra, infatti, lavorerà sottotraccia in questo suo soggiorno in Gran Bretagna su diversi possibili obiettivi dell’Inter per la prossima stagione.

Al momento si tratta più di sondaggi che di veri e propri corteggiamenti, anche se la Premier League offre interessanti occasioni low cost, visti i numerosi contratti in scadenza il prossimo 30 giugno. Uno di questi affari – che di segreto sembra ormai avere ben poco, come dichiarato dallo stesso presidente Erick Thohir – è quello che porta a Nemanja Vidic, centrale del Manchester United, pronto a lasciare i Red Devils dopo otto stagioni per trasferirsi alla corte di Walter Mazzarri. Per il passaggio in nerazzurro del difensore serbo manca solo l’annuncio ufficiale che, stando alle indiscrezioni provenienti da Oltremanica, potrebbe arrivare già nelle prossime ore.

Dopo aver chiuso per Vidic, l’obiettivo su cui Ausilio si concentrerà a fari spenti dovrebbe riguardare le fasce. I nomi sull’agenda sono due: Patrice Evra e Bacary Sagna, entrambi con il contratto in scadenza nel 2014. La pista che porta al terzino sinistro dello United, però, non è mai decollata e sembra raffreddarsi sempre di più con il passare delle ore, anche per questioni anagrafiche; di due anni più giovane invece è l’esterno destro dell’Arsenal, già corteggiato in passato dall’Inter. I problemi, in questo caso, riguardano soprattutto le importanti richieste economiche del francese, al momento fuori portata per le casse nerazzurre.

Inoltre, la sfida di stasera a White Hart Lane tra Tottenham e Dnipro – valevole per il ritorno dei sedicesimi di Europa League – potrebbe avere come spettatore interessato proprio Ausilio, pronto a osservare quel Capoue già inseguito a lungo dal Napoli. Potrebbe essere lui, infatti, il nome nuovo per la mediana del prossimo anno, il centrocampista giusto da posizionare davanti alla difesa con ai lati Guarin ed Hernanes. Non sarà della partita, invece, Erik Lamela, fermo ai box per problemi fisici, ma la circostanza potrebbe essere utile per una breve chiacchierata con gli Spurs e capire, dopo il corteggiamento di gennaio, quali reali possibilità ci sono di riportarlo in Italia a fine stagione.

Le informazioni ricavate da questa “mission” di Ausilio potrebbero risultare fondamentali per la costruzione dell’Inter del prossimo anno.