D'Ambrosio parla del suo arrivo all'Inter

D’Ambrosio: “E’ un onore vestire questa maglia. Mazzarri? Io sono pronto per giocare, ma…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Intervistato al margine della presentazione di Gazzetta Cup, il nuovo acquisto dell’Inter Danilo D’Ambrosio ha parlato del suo approccio con il mondo nerazzurro: “Sono contento di essere qui all’Inter, un club blasonato. Per me è un onore indossare questa maglia. Mi hanno accolto tutti benissimo a partire da Zanetti, Samuel, ma anche Yuto, Mudingayi, tutti”.

Finora l’ex granata ha trovato pochissimo spazio in campo, nonostante il suo acquisto sia stato fortemente voluto da Mazzarri: “Io mi alleno ogni giorno per migliorare, poi le scelte le fa il mister. Sono pronto per giocare quando l’allenatore lo riterrà opportuno. Proprio sul rapporto con Mazzarri, D’Ambrosio ha ribadito più volte che il grande lavoro svolto dal tecnico toscano con gli esterni avuti a disposizione in carriera è stato tra le principali motivazioni che lo hanno spinto a scegliere l’Inter: “Mi sto trovando bene con Mazzarri, mi dà dei consigli giorno per giorno. Sono convinto che il duro lavoro paghi sempre e quindi succederà anche stavolta”.

Si parla poi anche del momento dell’Inter, spesso in difficoltà nelle gare interne e danneggiata da alcune situazioni arbitrali: “Non mi piace parlare degli arbitri, mi piace parlare della squadra, del gruppo che sta lavorando. Penso che alla fine riusciremo a raggiungere gli obiettivi richiesti dalla società“.

Chiosa finale sul derby della Mole di domenica scorsa: “Avevo detto che Il Torino avrebbe messo in difficoltà la Juve, è sempre difficile affrontare i bianconeri allo Stadium. L’errore di Rizzoli? Gli arbitri possono sbagliare, fa parte del gioco e bisogna sempre guardare avanti”.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy