Alvarez corre verso il rientro, ma ad attenderlo c'è una folta concorrenza

Alvarez corre verso il rientro, ma ad attenderlo c’è una folta concorrenza

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Si avvicina il momento del ritorno in campo per Ricky Alvarez, che ha ripreso a lavorare con il gruppo e potrebbe sperare in una convocazione già per la sfida casalinga di domenica contro il Cagliari. Il centrocampista argentino è ai box da un paio di settimane a causa di un problema muscolare che gli ha impedito di prendere parte alle sfide contro Sassuolo e Fiorentina; al suo rientro, però, rischia di dover fare i conti con una situazione ben diversa rispetto a quella antecedente il suo infortunio.

Complice, infatti, l’arrivo di Hernanes, il reintegro in rosa di Guarin e il recupero di Icardi e Milito (fattore che consentirà a Palacio di non agire più da unico terminale offensivo), l’ex Velez dovrà sgomitare non poco per riuscire a ritagliarsi uno spazio importante, nonostante la prima parte di campionato l’abbia incoronato come migliore centrocampista della rosa nerazzurra, non solo per i quattro gol e i sette assist sfornati in 20 presenze ma anche per lo spessore delle prestazioni fornite in un ruolo diverso da quello occupato nelle sue prime due stagioni in Italia.

A sorridere sarà Walter Mazzarri che, per la prima volta dopo tanto tempo, avrà l’imbarazzo della scelta nello schierare il suo centrocampo, dove inseguono una maglia da titolare anche Kovacic e Taider. Il venticinquenne di Buenos Aires può rappresentare un jolly importantissimo da usare anche a partita in corso, soprattutto qualora si decidesse di passare al 3-4-3, anche se pure in questo caso il numero 11 nerazzurro non troverà la strada spianata, vista la presenza di un sempre più sorprendente Ruben Botta.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy