Mazzarri a Sky: “I giovani vanno inseriti gradualmente. Conte? Gli stringerò la mano”

Walter Mazzarri Inter-Catania
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Walter Mazzarri è intervenuto negli studi Sky per presentare il suo libro dal titolo “Il meglio deve ancora venire”.

Ecco quanto affermato dal tecnico livornese: “Hernanes in lacrime? Conosco il giocatore ed il suo carattere, non dobbiamo dimenticare che siamo esseri umani”.

Kovacic: “Non può avere troppa responsabilità sulle spalle e non può essere lui il trascinatore, altrimenti lo bruciamo. Bisogna inserirlo gradualmente con equilibrio”.

Bravo con i campioni, meno con i giovani: “Non è una affermazione giusta. Io ho iniziato proprio con la Primavera a Bologna, mentre a Reggio Calabria ho fatto esordire tanti giovani, uno su tutti Rolando Bianchi. Ci sono ragazzi pronti e ragazzi meno pronti, quelli con più esperienza e quelli ancora da formare. Volete vincere lo scudetto con i giovani? La Juventus ci è riuscita avendo solo Pogba in rosa. A Napoli ho inserito gradualmente Insigne e, se fossi rimasto, avrei puntato su di lui”.

Presidente in futuro – E’ una idea che mi piacerebbe. Dopo aver ricoperto tutti i ruoli nella mia carriera, mi stuzzica ma solo tra molti anni.

Conte – Gli stringerò la mano, già l’ho detto. Poi, se non dovessimo incontrarci, non ci sarebbero problemi.

Inter – Ho accettato l’offerta in estate, ma la cessione societaria non è un problema. La mia mentalità è come quella di Klopp: non mi interessa allenare la più forte, ma batterla. Voglio superare sempre i miei limiti e trasmetto questo desiderio ai calciatori. Devono sapere che ogni gara è una finale e se ti chiami Inter non devi sottovalutare nulla, ma avere la mentalità vincente”.

“Piangina” – E’ una offesa incredibile per me. Sono molto approssimativi verso le mie dichiarazioni fatte a caldo, ma ricevo anche molti complimenti. Andiamo avanti…”.