Mazzarri predica pazienza ma tifosi nerazzurri pretendono di più

Mazzarri predica pazienza ma tifosi nerazzurri pretendono di più

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Non è facile per i tifosi mantenere la calma quando la propria squadra non riesce ad esprimersi al meglio. Non è facile, ancor più quando alle spalle hai una società che punta ad un progetto importante, con un tecnico che aveva tutte le carte in regola per regalare successi ed una squadra che, seppur carente in molti reparti, contro le squadre medio-piccole non dovrebbe faticare a vincere. L’Inter di ora è tutto ed il contrario di tutto: scivola a San Siro, stenta anche se meno in trasferta ed i tifosi non ci stanno. Come scrive il Corriere dello Sport oggi, contro il Catania hanno alzato ancora una volta la voce, così come già successo in settimana per il mercato, ribadendo alla società cosa non va.

Cori, fischi e malcontento palpabile, che hanno mandato su tutte le furie Mazzarri che, un po’ da indole ed un po’ per diplomazia, continua a predicare calma e pazienza. Non si può fare altro in attesa del termine del mercato, sperando nei rinforzi giusti per il salto di qualità. E’ lo stesso tecnico toscano che però ha parlato del malumore dei tifosi, che se insistito, può diventare una pericolosa arma negativa per la squadra nerazzurra. “A San Siro la squadra avverte troppo la pressione dei tifosi e non è tranquilla. Noi vorremmo che ci sostenessero per tutta la gara senza fischi o malcontento. So che pretendono di più ed hanno ragione ma bisogna pazientare. Ho chiesto rinforzi sul mercato ma se non dovesse accadere prenderò il massimo dai giocatori in rosa”. Che sia un alibi o no, l’Inter ormai si appella proprio a tutto.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy