Gazzetta, ecco come Moratti ha convinto Thohir a non effettuare lo scambio Guarin-Vucinic

Gazzetta, ecco come Moratti ha convinto Thohir a non effettuare lo scambio Guarin-Vucinic

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’ex storico presidente dell’Inter Massimo Moratti, ancora fondamentale per il club nerazzurro, è stato una delle parti fondamentali nel far saltare lo scambio con la Juventus per portare Vucinic in nerazzurro e Guarin in bianconero. Come scritto ieri in un comunicato stampa dallo stesso Thohir, la chiacchierata con Moratti ed il figlio Angelomario è stata rivelatrice com’è giusto che sia: 18 anni intensi di calcio e di nerazzurro non sono pochi, una vita ricca di esperienza al servizio dell’indonesiano, che come un figlio con un padre ha chiesto aiuto. Così come scrive oggi la Gazzetta dello Sport, non è stato il contrario: Moratti sta vivendo in sordina il suo nuovo ruolo, rispetto spazi e tempi alla perfezione, come solo un uomo d’onore, di classe, intelligenza ed educazione come lui sa fare.

Il problema, più che la cessione di Guarin, era proprio la contropartita tecnica senza nessun beneficio economico poi: la grande differenza d’età dei due giocatori, la condizione fisica non al top dell’attaccante montenegrino, un’operazione che avrebbe infastidito i tifosi già in subbuglio. Insomma, nulla di buono. “Pensaci bene” avrà detto a Thohir, che così ha fatto. Pentirsene sarebbe stata un’ipotesi o quasi quasi anche già una certezza. Il problema resta, così come la consapevolezza di aver compiuto le scelta giusta per il momento. Questo è gioco di squadra, questa è l’umiltà di chi non si sente una prima donna ma sa chiedere consiglio a chi ne sa di più. Questo è un tassello dal quale può tranquillamente partire la nuova Inter.

 

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy