I tifosi nerazzurri alzano la voce tra mercato e campionato deludenti

I tifosi nerazzurri alzano la voce tra mercato e campionato deludenti

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

I tifosi, parte importante e fondamentale del calcio, spettatori da accontentare, sui quali si rispecchiano obiettivi e progetti dei club. Ben lo sa l’Inter che dopo un avvio di 2014 alquanto deludente, sta facendo i conti con il malumore dei propri sostenitori che attendono ormai impazienti, i cambiamenti derivanti dal passaggio di consegne dalla presidenza Thohir a quella Moratti. Bisogna attendere questo è vero: il progetto di completo rinnovamento del patron indonesiano ha bisogno di mesi per essere attuato a trecentosessanta gradi ma, come scrive l’edizione odierna del corriere dello Sport, sono due i fronti che preoccupano: quello del mercato e quello dei risultati in campionato.

Non avendo Coppe da disputare, è proprio la serie A quella che resta ai nerazzurri, che si sarebbero dovuti gettare anima e corpo nell’unico obiettivo stagionale rimasto. Invece il gap con le avversarie è già pesante ed il calciomercato non aiuta: Guarin ceduto ormai quasi ufficialmente alla Juventus è un regalo troppo grande ai bianconeri, nonostante la contropartita sia un fuoriclasse del calibro di Mirko Vucinic. Ecco che i tifosi alzano la voce, così come fatto spesso a San Siro tramite cori e striscioni, inondando però questa volta, di mail e messaggi sia la sede del club che quella di Inter Channel così come tutti i social network. Vogliono certezze, rassicurazioni e soprattutto tanta concretezza. E se lo dice anche un tifoso doc come Fiorello su Twitter, vuol dire che c’è proprio qualcosa da cambiare.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy