CALCIOMERCATO/ Valencia e Bologna sulle tracce di Mauro Icardi. L’Inter però…

Mauro Icardi allenamento Inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Come quando, all’interno di un procedimento penale, il pubblico ministero presenta una richiesta di archiviazione e il giudice esige, invece, che siano disposte nuove ed ulteriori indagini al fine di avere davanti a sé un quadro completo e veritiero dei fatti accaduti. Non ci sono, allo stesso modo, prove sufficienti per poter esprimere un primo giudizio su Mauro Icardi, croce e delizia del girone d’andata nerazzurro.

Qualità tecniche indiscutibili, adombrate da un percorso di crescita da completare e una maturità lontana dall’essere raggiunta. Le due reti siglate contro Juventus e Cagliari a certificare un sorprendente avvio di campionato, condizionato in un secondo momento da una fastidiosa pubalgia e da qualche “cinguettio” di troppo.

Nonostante le difficoltà incontrate in quest’ultimo periodo, sono pervenute diverse offerte per l’attaccante argentino negli uffici di Corso Vittorio Emanuele. Il Valencia non ha mai nascosto il proprio interesse, chiedendo a più riprese il prestito del giovane talento per i prossimi sei mesi: il club spagnolo vorrebbe, infatti, colmare le lacune del reparto offensivo per imprimere una svolta decisiva ad una stagione altamente deludente e combattere le difficoltà incontrate, finora, in zona gol.

Spinto da motivazioni simili il Bologna, alla ricerca di un valido aiuto per uscire dalle sabbie mobili della lotta per la salvezza. Una pista di mercato che, rispetto a quella illustrata precedentemente, permetterebbe ad Icardi di continuare a confrontarsi con le difficoltà del calcio italiano, offrendogli il vantaggio di un posto da titolare assicurato.

Con decisione e fermezza, l’Inter ha resistito e rispedito al mittente i primi assalti destinati al bomber di Rosario, dopo attente considerazioni sulla condizione precaria di Milito e la fatica accumulata da Palacio in queste prime venti partite. Con l’arrivo di Vucinic e il possibile approdo di Belfodil in Inghilterra,  Mazzarri potrà quindi contare, salvo sorprese degli ultimi giorni di mercato, su quattro attaccanti, destinati ad alternarsi in un nuovo modulo tattico che preveda l’utilizzo di due punte.

La società e i tifosi nerazzurri sperano, intanto, che il giudizio relativo alle prestazioni di Mauro Icardi non preveda la formulazione di un’imputazione da parte del pubblico ministero, ma l’archiviazione definitiva del caso…