Samuel conferma: “Addio a giugno possibile. Prima o poi deve succedere, ma quest’anno…”

Samuel Udinese-Inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Rientrato di recente da un infortunio muscolare che l’ha tenuto fermo ai box per circa un mese, Walter Samuel è tornato a calcare i campi di calcio soltanto nella serata di ieri in occasione della sfortunata trasferta di Udine che ha visto gli uomini di Mazzarri uscire dalla Coppa Italia agli ottavi di finale.

Al termine dell’incontro, il difensore argentino ha confermato le indiscrezioni che lo vogliono sempre più prossimo all’addio alla casacca nerazzurra: “Il mio contratto è in scadenza, ma non ho ancora parlato con nessuno della società. Sono sincero, potrebbe succedere. E’ normale che, prima o poi, io e gli altri senatori andremo via, ma quest’anno siamo qui e vogliamo riportare l’Inter in Europa. Ce la metteremo tutta”.

L’addio di The Wall dovrebbe combaciare anche con quelli di Chivu, Milito e forse anche Cambiasso e Zanetti, gli ultimi superstiti del Triplete mourinhano. La prossima estate, l’ex Roma e Real Madrid farà probabilmente ritorno in Argentina dove chiuderà la sua gloriosa carriera, anche se non è da escludere completamente l’ipotesi ritiro.

Prima di allora, però, l’intento di Samuel è di tornare a essere utile alla causa meneghina, con la società chiamata a cercare già da ora un degno erede, visto che Andrea Ranocchia sembra non dare le garanzie adatte per raccogliere il suo testimone.