Corriere dello Sport: "Tagliavento, direzione di gara positiva!"

Corriere dello Sport: “Tagliavento, direzione di gara positiva!”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il Corriere dello Sport in edicola questa mattina ha raccontato la prestazione di Tagliavento in Napoli-Inter, definendola molto positiva. Ecco quanto analizzato dal quotidiano:

PRIMO TEMPO: Contrasto Alvarez-Maggio, che tocca pallone già sul fondo, non c’è corner. Al limite l’off side di Palacio su lancio di Cambiasso. Nagatomo per Taider, fermato in off side, poi arriva l’intervento di Callejon, ma è già tutto fermo. Sospetto il tocco di Inler. Manca il cartellino giallo per Mertens: il fallo di mano è volontario e intercetta un pallone in avanti di Jonathan che così lo aveva superato (per capirsi: era un passaggio a se stesso). Insigne su Jonathan: il giallo che arriva è per proteste. Per gioco falloso, invece, quello di Inler su Campagnaro. Contatto Maggio-Palacio: si tengono entrambi, anzi Palacio va a… braccetto (braccio sinistro sotto il braccio sinistro) di Maggio, Tagliavento opta per far proseguire, probabilmente non sbaglia. Ok il gol di Dzemaili: sul destro di Mertens, respinto da Handanovic, è in linea con Rolando. Buono anche il 3.-2 di Nagatomo: è dietro la linea della palla e dietro Reveillere, Fernandez, Albiol, Maggio.

SECONDO TEMPO: Alvarez da dietro su Mertens: il giallo ci sta. Fermato Palacio in fuorigioco, è oltre Inler, i due fra l’altro si tengono e a causa di queste trattenute arriva, a gioco fermo, anche un tocco con la mano del napoletano, involontaria. Alvarez ferma con il braccio sinistro un passaggio fra Inler e Maggio, perfetta applicazione del regolamento (riveduto e corretto sui gialli per fallo di mano). Rolando tiene in gioco Callejon sul tiro-cross di Insigne: ok il 4-2. Ranocchia aggancia Pandev: è il rigore.

CONOSCI SPAZIOINTER?

SpazioInter è nella famiglia editoriale del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioMilan.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy