Napoli-Inter 4-2: riscossa partenopea, naufragio nerazzurro

8. Gonzalo HIGUAIN - 1 gol ogni 142 minuti
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

NAPOLI vs INTER 4-2

Marcatori: Higuain(9′), Cambiasso(35′), Mertens(38′), Dzemaili(42′), Nagatomo(46′), Callejon(80′)

Ammoniti: Insigne (28′) Inler (31′) Ranocchia(90′)
Espulsi: Alvarez(72′)

NAPOLI (4-2-3-1): 1 Rafael, 11 Maggio, 21 Fernandez, 33 Albiol, 2 Reveillere (90′ Pandev 19); 88 Inler, 20 Dzemaili; 24 Insigne, 7 Callejon, 14 Mertens (85′ Armero 27): 9 Higuain (75′ Behrami 85). A disposizione: 15 Colombo, 25 Reina, 3 Uvini, 5 Britos, 13 Bariti, 12 Bariti, 19 Pandev, 22 Radosevic, 27 Armero, 28 Cannavaro, 85 Behrami, 91 Zapata
. Allenatore: Rafa Benitez

INTER (3-5-1-1): 1 Handanovic; 14 Campagnaro (83′ Icardi 9), 23 Ranocchia, 35 Rolando; 2 Jonathan, 21 Taider (60′ Kovacic 10), 19 Cambiasso, 11 Alvarez, 55 Nagatomo; 13 Guarin; 8 Palacio
. A disposizione: 12 Castellazzi, 30 Carrizo, 4 Zanetti, 5 Juan Jesus, 6 Andreolli, 7 Belfodil, 9 Icardi, 10 Kovacic, 16 Mudingayi, 17 Kuzmanovic, 18 Wallace, 31 Pereira
. Allenatore: Walter Mazzarri

Arbitro: Tagliavento

CRONACA:

90′ + 5 – FINE PARTITA Tagliavento dà fine alla contesa. Il Napoli mantiene le distanze da Inter e Fiorentina e si avvicina alla Roma, in attesa del match del monday night tra il Milan e i capitolini. L’Inter, dal canto suo, incappa in un altro brusco stop: sono, ormai, quattro le partite senza vittoria. Gara ricca di gol ed emozioni e decisa dalla superiorità partenopea mostrata lungo le fasce del campo, dove Insigne e Mertens hanno vinto i rispettivi duelli con un impalpabile Jonathan e un Nagatomo più propenso alla fase offensiva. Altri quattro gol incassati e un equilibrio che stenta ad essere ritrovato non sono certamente il viatico migliore, in vista del prossimo derby meneghino.

90′ + 1 – Pandev si rende subito assoluto protagonista, procurandosi un calcio di rigore per un intervento di Ranocchia. Handanovic, però, intuisce l’angolo scelto dal macedone, ricucendosi sul petto la fama di para rigori.

90′ – Concessi cinque minuti di recupero.

90′ – Esce Reveillere ed entra in campo Goran Pandev, altro ex della partita.

88′ – Icardi, a ridosso del portiere avversario, prova ad accorciare a pochi minuti dal fischio finale. Rafael compie il suo dovere, anticipando la conclusione dell’attaccante.

85′ – Applausi meritati per Mertens, uscito dal rettangolo di gioco per lasciare spazio ad Armero.

83′ – Mertens cerca, in scivolata, la prima doppietta personale della stagione.

82′ – Continua la girandola delle sostituzioni: il rientrante Icardi sostituisce Campagnaro.

80′ – GOL NAPOLI  Il Napoli non perdona e Callejon realizza il più facile dei gol, su assist di Insigne.

75′ – Higuain lascia il posto a Behrami per un problema alla caviglia.

72′ – ESPULSIONE INTER Discutibile decisione di Tagliavento, che imprime un verso significativo alla partita. Alvarez espulso per doppia ammonizione, in seguito ad un tocco di mano.

66′ – Clamorosa palla-gol per l’Inter e per Guarin, imbeccato da un’ottima intuizione di Palacio. Il portiere brasiliano risponde miracolosamente, salvando il vantaggio dei suoi.

64′ – Alvarez prova a inventare sulla propria fascia di competenza. Il suo cross viene raccolto da Nagatomo, che calcia verso la porta: Palacio manca il tap-in vincente a pochi passi da Rafael.

60′ – Il primo cambio è di marca nerazzurra: Kovacic prende il posto di un incolore Taider.

58′ – Bordata pericolosa di Callejon: decisiva la deviazione in calcio d’angolo.

57′ – Rolando, il più positivo tra i suoi compagni di reparto. Stavolta è Maggio, assistito da Mertens, ad essere fermato dal difensore ex Napoli.

54′ – Sponda di Palacio e altra conclusione di Nagatomo.

52′ – Da rilevare una buona circolazione del pallone in in fase offensiva, ma distrazioni a ripetizione per la retroguardia nerazzurra, sempre più insicura sugli attacchi e i contropiedi della squadra avversaria. Mertens e Insigne vere e proprie mine vaganti e spine nel fianco per la difesa.

48′ – Passaggio filtrante di Insigne a liberare Higuain che, al momento della conclusione, viene prontamente e tempestivamente fermato da Rolando.

46′ – Riprende il match del San Paolo.

45′ + 2- L’arbitro manda puntualmente le squadre nei rispettivi spogliatoi.

45 + 1′ – GOL INTER Guarin aggancia il pallone di tacco e, dopo una deviazione di Rafael, è Nagatomo a trovare la via del gol.

45′ – Due i minuti di recupero assegnati da Tagliavento.

42′ – GOL NAPOLI Ancora un’insicurezza di Handanovic e della difesa nerazzurra che dimostra, nuovamente, poca reattività. Sugli sviluppi di un tiro di Insigne, il portiere non blocca il pallone e arriva il tap – in vincente di Dzemaili.

38′ – GOL NAPOLI Durano poco i festeggiamenti interisti. E’ ancora Higuain protagonista delle trame di gioco del Napoli. L’ex Real Madrid fa partire il contropiede partenopeo e lancia Dzemaili. Lo svizzero si destreggia appena fuori l’area di rigore per l’arrivo a rimorchio di Mertens.

35′ – GOL INTER Percussione di Guarin sulla fascia destra, il pallone arriva al centro dell’area di rigore e Cambiasso è pronto a depositarlo in rete, dopo le deviazioni di Taider e Alvarez. Arriva, così, il meritato pareggio nerazzurro.

31′ – Il secondo nome a finire sul taccuino di Tagliavento è Inler, in seguito ad un intervento ai danni di Campagnaro.

28′ – Primo cartellino giallo dell’incontro proprio per Insigne e calcio di punizione interessante per la squadra di Mazzarri. Taider metta in mezzo  e Palacio è pronto a raccogliere l’intuizione del franco-algerino. L’argentino, però, non trova la giusta coordinazione e il pallone si deposita sul fondo.

24′ – TRAVERSA NAPOLI Ancora brividi dalle parti di Samir Handanovic. Soltanto la traversa, infatti, si frappone tra il tiro di Insigne ed il raddoppio napoletano.

21′ – Guarin scalda il suo destro da fuori area. Alta e frettolosa conclusione del colombiano.

18′ – Contropiede per i partenopei che si ritrovano in una situazione di superiorità numerica e nella possibilità di incrementare il proprio esiguo vantaggio. Errore di Maggio in fase di impostazione e la retroguardia nerazzurra si salva.

14′ – Corner battuto corto dall’Inter: Nagatomo si esibisce in un tiro piuttosto velleitario e il pallone arriva tra le braccia sicure di Rafael.

9′ – GOL NAPOLI Eurogol di Higuain! Nagatomo ferma, con un colpo di testa maldestro, l’azione del Napoli. L’attaccante raccoglie il suggerimento involontario del giapponese e scaraventa il pallone alle spalle di Handanovic, grazie ad un sinistro potente e preciso.

7′ – Ancora un calcio d’angolo per i nerazzurri. Schema interista, volto a imbeccare un Cambiasso impreciso al momento del tiro.

6′ – Lancio lungo di Cambiasso per la testa di Palacio che, a pochi passi, non trova la via del gol. In precedenza, però, il guardalinee aveva alzato prontamente la bandierina per segnalare il fuorigioco del Trenza.

4′ – Alvarez corre sulla fascia sinistra, Maggio devia in calcio d’angolo. L’arbitro non è, però, dello stesso avviso e opta per la rimessa dal fondo.

1′ – CALCIO D’INIZIO Tagliavento decreta l’inizio delle ostilità. I nerazzurri attaccheranno da sinistra verso destra durante la prima frazione di gioco.

QUI NAPOLI La squadra di Benitez prova a risollevarsi dopo alcune prestazioni incolori e il boccone amaro ancora da digerire, a causa della severa eliminazione dal massimo trofeo continentale. Mertens, Callejon e Higuain si divideranno il peso offensivo, mentre sulla corsia sinistra agirà il neo-acquisto Reveillere.

QUI INTER Dopo tre pareggi consecutivi contro Sampdoria, Bologna e Parma, i nerazzurri cercano riscatto al San Paolo, tana di un Napoli ferito. Formazione tipo per Mazzarri e unica rilevante novità in difesa, dove Rolando rileva Juan Jesus. Sfida nella sfida, quella tra il tecnico di San Vincenzo e Benitez che, a Milano, non conserva di certo i ricordi migliori. In una gara in cui passato e presente si intrecciano, l’obiettivo è quello di riavvicinarsi al terzo posto, valevole per un posto in Champions League.