CALCIOMERCATO/ Guarin, l’Inter non fa sconti e Mou nega i contatti. Il vero obiettivo nerazzurro…

Guarin gesto polemica tifosi
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Al suo arrivo sulla panchina nerazzurra, Walter Mazzarri aveva posto tra i suoi obiettivi quello di trasformare Fredy Guarin in un vero top player. Le potenzialità del centrocampista colombiano non sono mai state in discussione e la missione del tecnico toscano consisteva lavorare tatticamente e psicologicamente sul giocatore allo scopo di fargli trovare la continuità necessaria per compiere il definitivo salto di qualità.

In questa prima parte di stagione, però, il numero 13 nerazzurro non è riuscito a colmare le sue lacune, tanto da costringere Mazzarri ad avanzarlo sulla trequarti (così come aveva fatto Stramaccioni, ndr) per cercare di nasconderne i limiti tecnico-tattici, sempre più evidenti quando l’ex Porto veniva schierato da interno di centrocampo.

Proprio per questo, Guarin sembra non rientrare più nella lista degli incedibili di casa Inter: su di lui hanno messo gli occhi diversi top team europei, convinti di poter riuscire nell’impresa fallita dal club nerazzurro. Tra le società interessate al suo cartellino c’è sicuramente il Chelsea di Josè Mourinho che, con l’avvicinarsi del mercato di gennaio, ha intensificato i contatti con gli uomini di corso Vittorio Emanuele. Non è casuale dunque la visita di Branca e Asuilio a Londra per sondare l’interesse dei Blues, pronti ad offrire una cifra vicina ai 15 milioni di euro per acquisire le prestazioni del giocatore.

I dirigenti nerazzurri, però, hanno subito alzato l’asticella, fissando la base minima d’asta sui 20 milioni, aprendo alla possibilità di inserire delle contropartite nell’affare. Tra i nomi circolati nelle ultime ore ci sono quelli di Demba Ba, John Obi Mikel e Juan Mata, ma il vero obiettivo dell’Inter sarebbe quello di fare cassa per puntare su Ezequiel Lavezzi, nome in cima alla lista dei desideri stilata da WM.

Per ora, comunque, siamo solo alle fasi preliminari di un’eventuale trattativa e, come sempre, lo Special One non ha lasciato trasparire niente davanti alle telecamere assicurando che “il Chelsea non ha avuto contatti con altri club e non comprerà o venderà nessuno a gennaio”. Verità o dichiarazioni di facciata? Lo scopriremo nelle prossime settimane…