Icardi: “Nessun problema con l’Inter. Mi apprezzano perchè sono onesto e sono un gran lavoratore”. Intanto ad Appiano…

Mauro Icardi Inter allenamento
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Finalmente buone notizie da Appiano: Mauro Icardi ieri ha ripreso a lavorare con il pallone. Questo vuol dire che la data della sua prossima convocazione si avvicina. Nei prossimi giorni si capirà se sarà possibile vedere l’attaccante argentino in panchina già per la partita di domenica prossima al San Paolo. Altrimenti Mazzarri spera di poterlo arruolare almeno per il derby.

Per la gioia degli interisti e del mister toscano – ma anche del povero Palacio -, l’Inter a breve ritroverà una prima punta. Aspettando il ritorno del Principe, in squadra manca tanto un giocatore capace di fare da punto di riferimento in avanti, di aiutare i compagni a salire e di raccogliere i cross dalle fasce. Palacio fino a oggi è riuscito, incredibilmente, a fare tutto questo anche se il suo ruolo sarebbe quello di seconda punta. Per lui pare vicina la fine degli straordinari, ma molto dipenderà dalla velocità con cui Icardi supererà l’ultima fase del recupero.

Sicuramente il numero 9 dell’Inter è determinato a tornare in campo il più presto possibile, come ha spiegato in un’intervista telefonica concessa alla rivista argentina Caras. Un breve scambio di battute, in cui Icardi ha innanzitutto smentito le voci su un presunto diverbio nello spogliatoio nerazzurro in seguito alla liaison con Wanda Nara: È impossibile non prendersela e anche non ridere quando dicono che ho litigato con i miei compagni dell’Inter. Non è mai accaduta una cosa simile”. Al contrario Maurito ci tiene a far sapere che deve “ringraziarli per avermi accolto in squadra con affetto e per aver valorizzato il mio gioco. Poi, quando li ho riuniti tutti per raccontar loro l’amore che provo per Wanda nessuno mi ha crocifisso soltanto perché sono innamorato. Ho ricevuto appoggio da tutti, perché sono onesto, leale e un gran lavoratore”.

Poi ci sono parole di elogio per il grande capitano Zanetti: “Javier è una grande persona, un esempio di calciatore e un gentiluomo. Ha sempre dato il suo appoggio a me e Wanda. Ci dà consigli e indicazioni, è il capitano della squadra. Una guida, uno da cui spero imparare tanto. Non ho mai avuto alcun tipo di problema con lui”.

Proprio la relazione con la ex moglie di Maxi Lopez sembra non essere piaciuta a Mazzarri, ma l’argentino sembra più deciso che mai a portare avanti la sua storia: “Ho chiesto a Maxi se erano separati e gli ho spiegato come io fossi innamorato di Wanda. Tutto molto semplice. Non si può scegliere di chi innamorarsi. Sono innamorato di Wandaribadisce Mauro -. Siamo lontani e voglio dimostrarle il mio amore con ogni mezzo, per questo scrivo frasi romantiche su Twitter. Il mio sogno è che il mio amore con Wanda trionfi e sia eterno“.

Forse sarà un motivo in più per accelerare i tempi di recupero: segnare nel derby e mostrare una maglietta dedicata a Wanda. A quel punto anche Mazzarri potrebbe approvare…