CALCIOMERCATO/ D’Ambrosio in rotta con il Toro: Roma in vantaggio, ma l’Inter è alla finestra

Danilo D'Ambrosio
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Cercasi esterno, disperatamente. All’Inter nessuno ha più il coraggio di nascondere quella che, da rinforzo consigliato, è diventata col passare delle giornate una necessità impellente. Va bene Jonathan, Nagatomo c’è, ma Pereira ha deluso, mentre Zanetti non ha più l’età per farsi tutta la fascia e una squadra come l’Inter deve poter contare su sostituti all’altezza. Per questo Branca e Ausilio si guardano intorno, pronti a captare ogni possibilità per il mercato di gennaio. Tra i nomi cerchiati in rosso sul taccuino c’è quello di Danilo D’Ambrosio, esterno granata in scadenza di contratto nel 2014 e sempre più in rotta con la società di Urbano Cairo.

Nella partita di ieri contro la Lazio, D’Ambrosio, richiamato all’ultimo per sostituire El Kaddouri, non sarebbe dovuto neanche scendere in campo. Segno che il rapporto con Ventura è sempre più fragile e che a gennaio il laterale del Toro potrebbe essere ceduto, anche per evitare una sua partenza a giugno a parametro zero. L’Inter da questo punto di vista è vigile, pronta a sfruttare un eventuale passo falso della Roma, che al momento sembra in netto vantaggio nella corsa al giocatore. Nel caso il colpo si facesse a gennaio, si dovrebbe pagare un indennizzo al Torino, per ripagare Cairo della perdita dell’esterno a stagione in corso. Una cifra non elevata, ma sufficiente per trasformare l’operazione in un affare per entrambe le parti.

Mazzarri stima D’Ambrosio, di cui apprezza in particolare le doti di corsa e la grande duttilità a livello tattico. Contro il Parma, a causa delle condizioni non ancora perfette di Nagatomo, l’allenatore nerazzurro ha dovuto schierare per la seconda volta consecutiva in campionato Zanetti sulla corsia mancina. Il risultato è stato una notevole difficoltà a sviluppare gioco su quella parte di campo, dove il capitano spesso si è limitato a coprire, senza supportare la manovra offensiva come il mister chiede ai suoi esterni.

Abbracciare finalmente un giocatore in grado di interpretare in modo puntuale le sue richieste tattiche sarebbe per Mazzarri il miglior regalo di inizio anno. Per questo il nome di D’Ambrosio fa sicuramente al caso dell’Inter.