Inter-Parma 3-3, le pagelle

Inter Parma squadra
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Handanovic 4 – Clamorosa la papera che regala il gol del 2-1 a Parolo prima dell’intervallo. Per un portiere del suo calibro, sono errori inammissibili.

Campagnaro 5.5 – El Toro è il meno imbarazzante della retroguardia, anche se Sansone si rivela praticamente imprendibile dalla sua parte.

Ranocchia 4.5 – Riproposto da titolare dopo il match contro il Trapani, il difensore umbro appare insicuro in diverse circostanze. Nel vantaggio ducale esce senza chiudere a dovere.

Juan Jesus 4.5 – Perde completamente Sansone quando l’attaccante gialloblu si infila facilmente prima di battere Handanovic. Prestazione macchiata anche da qualche appoggio fuori misura. C’è bisogno di un altro JJ.

Jonathan 6.5  Soprattutto nel primo tempo offre sempre un’alternativa importante sulla destra. Confeziona anche l’assist per il primo gol di Palacio. Nella ripresa lascia spazio a Belfodil per l’assalto finale.

dal 75′ Belfodil 4 – Un quarto d’ora in cui dovrebbe sputare sangue, invece non ne azzecca una.

Kovacic 6.5 – Inizio titubante, poi il giovane croato sale in cattedra dimostrando di poter essere un punto fermo di questa Inter. Strappi e giocate da calciatore vero.

Cambiasso 5.5 – Cuore e anima di un’Inter disordinata. Non offre il giusto filtro davanti alla difesa, apparendo più efficace in fase offensiva come in occasione del gol sciupato nel finale.

Alvarez 6 – Meno pimpante di qualche settimana fa, ma Ricky offre comunque una prestazione sufficiente propiziata dalla magia che porta al secondo gol di Palacio.

Zanetti 5.5 – Riproposto sul binario sinistro lavora con esperienza, ma il passo dei tempi migliori è davvero lontano.

dal 68′ Nagatomo 6 – Qualche accelerazione e recupero provvidenziale. Rientro comunque fondamentale per l’economia del gioco nerazzurro.

Guarin 5.5 – Fortunato nel gol, affannoso e arruffone in tutto il resto. Ha potenzialità incredibili, ma non riesce mai a imbroccare due azioni giuste consecutivamente.

dall’ 87′ Taider s.v. – Pochi minuti in cui si vede appena.

Palacio 8Rodrigol fa di tutto per regalare ai suoi compagni tre punti fondamentali. Realizza due gol e tiene in piedi un reparto che pende troppo dalle sue labbra. Attaccante spaziale.

All. Mazzarri 5 – Il materiale a disposizione è quello che è, e se anche Handanovic si esibisce in certe papere l’allenatore toscano può farci davvero poco. Finalmente regala la giusta fiducia a Kovacic, ma una squadra come l’Inter non può subire a San Siro 5 gol in 2 partite contro Trapani e Parma.