Inter e Milan guardano allo stesso futuro, la sfida è servita

Nuova Inter Moratti Thohir Roeslani Soetedjo (2)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tante novità nell’ultimo periodo sia in casa Inter che in casa Milan. Così come scrive stamattina il Corriere dello Sport, al momento i progetti futuri delle due squadre di Milano sono molto simili se non competitivi. I massimi rappresentanti sono Barbara Berlusconi per i rossoneri ed il presidente nerazzurro Erick Thohir, che basano la loro programmazione sugli stessi cardini: il progetto dello stadio, un mercato di qualità ma oculato, il mercato asiatico, il focus sui giovani, la riscossa in campionato.

Il punto di maggiore attenzione rimane il primo, ossia la possibile costruzione di un impianto sportivo che sia di unica proprietà di una delle due squadre. La zona indicata è la stessa, i principi di costruzione idem. Sembra una corsa contro il tempo, iniziata da Moratti e presa in prestito dalla dirigenza milanista che con un sorpasso deciso, sono convinti a procedere per primi. La massima attenzione però, rimane per il campionato e per il mercato, con un occhio particolare ai giovani fuoriclasse che economicamente consentono ai club di lasciare in verde i bilanci garantendo una rosa di qualità e prospettiva. Anche su questo le due società di Milano concordano, così come dichiarato più volte dallo stesso Thohir. Ultimo punto in comune il mercato asiatico, che il massimo dirigente interista conosce benissimo ed al quale vuole ovviamente puntare per una riqualificazione del brand. Ecco che spunta nuovamente lady Berlusconi, convinta ugualmente che la piazza orientale possa dare immediati vantaggi alle finanze del Milan.

Parola quindi ai due progetti ma soprattutto al campo: il derby infinito tra Milan ed Inter, quello vero, si disputerà proprio prima della prossima sosta natalizia per poter attuare l’ultimo obiettivo, quello della riscossa in campionato.