Inter-Trapani 3-2: Paura e delirio a San Siro, ma l’Inter accede agli ottavi di finale

Inter-Trapani Guarin Taider Belfodil
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

INTER vs TRAPANI 3-2

Marcatori: 3′ Guarin 40′ Belfodil 43′ Taider(Rig.) 53′ Caccetta 89′ Madonia

Ammoniti: 18′ Terlizzi(T)
Espulsi:

INTER (3-5-1-1): 30 Carrizo; 6 Andreolli, 23 Ranocchia, 5 Juan Jesus(84′ Donkor 54); 1Wallace, 13 Guarin, 16 Mudingayi, 21 Taider, 31 Pereira; 10 Kovacic(68′ Olsen 90); 7 Belfodil(83′ Bonazzoli 97). A disposizione: 1 Handanovic, 12 Castellazzi, 2 Jonathan, 4 Zanetti, 8 Palacio, 11 Alvarez, 14 Campagnaro, 19 Cambiasso, 35 Rolando, 54 Donkor, 90 Olsen, 97 Bonazzoli. Allenatore: Walter Mazzarri

TRAPANI (4-4-2): 12 Marcone; 3 Dai, 19 Martinelli, 33 Terlizzi, 13 Priola; 7 Basso(80′ Madonia 10), 8 Caccetta, 25 Vitale(49′ Ciaramitaro 14), 16 Pacilli; 30 Iunco(63′ Mancosu 11), 9 Abate. A disposizione: 1 Nordi, 2 Garufo, 4 Pagliarulo, 10 Madonia, 11 Mancosu, 14 Ciaramitaro, 17 Vettraino, 18 Djuric, 21 Feola, 22 Dolenti, 24 Gambino, 26 Crimaldi. Allenatore: Roberto Boscaglia

Arbitro: Pinzani (sez.arbitrale di Empoli)

CRONACA:

FINE PARTITA L’Inter vince, ma non convince nemmeno questa volta. Contro il Trapani, infatti, i nerazzurri incontrano più difficoltà del previsto e, nel secondo tempo, dilapidano il ricco vantaggio ottenuto nella prima frazione di gioco. Difesa insicura e centrocampo incapace di velocizzare la manovra dopo il recupero del pallone. Dal canto suo, il Trapani va vicino ad un vero e proprio miracolo sportivo: dedizione e coraggio non bastano, però, a Mancosu e compagni.

90’+4 – Pinzani dice che può bastare e pone fine alla contesa.

90’+2 – Contropiede nerazzurro non concretizzato da Taider. L’algerino non si accorge dell’arrivo di Bonazzoli, lasciato colpevolmente solo dai giocatori della squadra avversaria.

90’+1 – Finale degno di un film thriller. Errore di Carrizo al momento del rinvio, mentre Ciaramitaro si avventa sul pallone.

90′ – L’arbitro concede ben 4 minuti di recupero.

89′ – GOL TRAPANI Madonia controlla di petto e fa esplodere il suo destro, imprendibile per Carrizo.

85′ – Dopo essere entrato da una manciata di minuti, Bonazzoli sfiora la rete con un tiro rasoterra fatto partire all’altezza del dischetto dell’area di rigore.

83′ – Arriva il momento dell’esordio in prima squadra del baby Federico Bonazzoli.

82′ – Pericoloso ancora Caccetta che scodella in mezzo e, per poco, non trova la deviazione di Mancosu.

80′ – Madonia, già a segno due volte in Coppa Italia, rileva Basso.

76′ – Guarin prova a destreggiarsi in area di rigore. Sugli sviluppi dell’azione del colombiano, la sfera arriva a Pereira, che fa partire un destro potente e preciso: pronta la risposta di Marcone e, così, arriva il definitivo riscatto da parte del portiere trapanese.

75′ – Pereira supera Pacilli e fa partire un cross, su cui prova a coordinarsi Guarin. Il pallone, però, non arriva al colombiano e viene respinto in calcio d’angolo.

73′ – Basso prova a riscattarsi, senza trovare fortuna, su calcio di punizione.

72′ – Intesa vincente tra Ciaramitaro e Basso, che “affetta” letteralmente l’impreparata retroguardia interista. La conclusione del giocatore, però, risulta centrale e non impensierisce minimamente Carrizo.

68′ – Kovacic viene sostituito, dopo aver sentito un fastidio sugli sviluppi di un tiro da fuori. Prende il suo posto Patrick Olsen.

67′ – Belfodil salta in velocità Martinelli, ma il suo cross viene facilmente intercettato dalla difesa trapanese.

63′ – Il Trapani non demorde e prova a riaprire definitivamente i conti con Ciaramitaro, il cui tentativo(su sponda di Abate) finisce lentamente sul fondo.

62′ – La corsa di Taider viene innescata lungo la corsia destra. Dopo un’opposizione della difesa, l’algerino ritorna sul pallone e mette in mezzo un pallone invitante per la corrente Pereira: l’uruguayano, però, non riesce a trovare il tempo per battere a rete in scivolata.

58′ – Belfodil imbastisce l’azione sulla corsia sinistra, rientra verso il centro e serve Wallace. Il tiro del brasiliano, in prestito dal Chelsea, viene deviato in calcio d’angolo dai difensori agli ordini di Boscaglia.

53′ – GOL TRAPANI – Caccetta riduce lo svantaggio del Trapani, dopo aver raccolto un suggerimento proveniente dalla fascia destra e aver fatto passare il pallone tra le gambe di Carrizo. Si fa sentire l’entusiasmo degli innumerevoli tifosi siciliani giunti per l’occasione fino a Milano.

51′ – Pericolo per la porta difesa da Carrizo, che devia in calcio d’angolo un tentativo dalla distanza da parte di Abate.

49′ – Fuori Vitale e dentro Ciaramitaro: è del Trapani la prima sostituzione della partita. Con il giocatore di origine palermitana, più esperienza in campo.

48′ – Pereira innesca Guarin che, però, si trova aldilà della linea difensiva della squadra siciliana.

46′ – INIZIO SECONDO TEMPO Le compagini rientrano in campo con gli stessi schieramenti. Si riscalda Ciaramitaro tra le fila della squadra di Boscaglia.

INTERVALLO: L’Inter ritorna negli spogliatoi con tre reti di vantaggio che, però, non rispecchiano l’andamento di un match, privo di qualsivoglia emozione. Gli errori di Marcone, Terlizzi e Iunco permettono ai nerazzurri di ottenere il massimo con il minimo sforzo.

45′ – FINE PRIMO TEMPO L’arbitro mette fine alla prima frazione di gioco. L’Inter in vantaggio grazie alle reti di Guarin, Belfodil e Taider.

43′ – GOL INTER Taider trasforma il calcio di rigore: il pallone a destra, il portiere del Trapani dalla parte opposta.

42′ – Pinzani fischia un calcio di rigore per i nerazzurri: Guarin, appena entrato in area di rigore, viene agganciato da Iunco: l’arbitro non può far altro che intervenire e indicare sicuro  il dischetto.

40′ – GOL INTER Belfodil centra il suo primo gol stagionale, anticipando Terlizzi e raccogliendo l’ennesimo suggerimento di Pereira.

36′ – Manovra interista lenta e prevedibile, priva di accelerazioni capaci di scardinare la difesa avversaria e saltare la prima area di pressione dei giocatori del Trapani.

29′ – Le maggiori occasioni, per i nerazzurri, arrivano dalla fascia sinistra e dal piede di Pereira: questa volta, però, l’impreciso colpo di testa sotto porta è da addebitare a Belfodil.

28′ – Gioco momentaneamente fermo per un infortunio occorso a Marcone. Niente di grave per il portiere del Trapani.

24′ – Sull’avanzata di Pereira, Priola si oppone con un tocco di mani, concedendo un calcio di punizione alla squadra di Mazzarri. Andreolli si destreggia di testa in area di rigore, ma non centra lo specchio della porta.

23′ – Taider batte il secondo calcio d’angolo per i nerazzurri, dalla bandierina opposta rispetto al precedente. Su respinta della difesa avversaria, Mudingayi prova a ribattere verso la porta del Trapani, ma il tiro non arriva nemmeno dalle parti di Marcone.

21′: Il match non decolla. L’Inter prova a farsi vedere timidamente in avanti grazie al lavoro sulle fasce laterali e il Trapani aspetta l’avversario alla ricerca di qualche varco da sfruttare in contropiede.

18′ – Pinzani sfodera il primo cartellino giallo nei confronti di Terlizzi.

14′ – I nerazzurri vicini al raddoppio grazie ad una combinazione tra i due algerini della formazione meneghina: Taider innesca Belfodil che non riesce a coordinarsi in acrobazia.

13′ – Il giocare uruguayano arriva nuovamente sul fondo e cerca Belfodil che, a sua volta,non trova l’impatto con il pallone nell’area di rigore avversaria.

10′ – Pereira batte un corner dalla bandierina sinistra, ma Ranocchia non inquadra il bersaglio grosso.

9′ – Calcio d’angolo per il Trapani. Sui suoi sviluppi, Iunco prova a sorprendere senza fortuna Carrizo: il pallone esce abbondantemente fuori dallo specchio della porta.

3′ – GOL INTER I nerazzurri si portano subito in vantaggio con Guarin, che trasforma una punizione dai 20 metri, sulla quale non sembra incolpevole il portiere avversario. Marcone, infatti, guarda la palla sbattere sulla propria schiena e infilarsi in rete.

1′ –  FISCHIO D’INIZIO L’arbitro dichiara aperta la contesa tra la squadra di Mazzarri e quella guidata da Boscaglia.

QUI INTER: “E’ stata la peggiore Inter della mia gestione”: queste le parole di Mazzarri dopo il pareggio agguantato all’ultimo dalla Sampdoria. I nerazzurri cercano allora riscatto in Coppa Italia contro il Trapani. Match inedito tra le due compagini, dal cui confronto verrà fuori la sfidante dell’Udinese  di Guidolin. Il tecnico toscano conferma Guarin e conferisce la fascia da capitano a Ranocchia. Attesa per le prestazioni di Kovacic e Belfodil, osservati speciali della partita.

QUI TRAPANI: La squadra siciliana si presenta a San Siro, dopo aver battuto nei turni precedenti Albinoleffe e Padova. Un avvio sorprendente nella serie cadetta e un successivo rallentamento fino all’undicesimo posto attuale, dopo la promozione dalla Lega Pro. Ora l’opportunità di giocarsi l’accesso agli ottavi di finale contro la squadra di Mazzarri.