Stadio, Bellinazzo: "Il nuovo impianto non è una priorità per Thohir. Ristrutturare San Siro costerebbe la metà..."

Stadio, Bellinazzo: “Il nuovo impianto non è una priorità per Thohir. Ristrutturare San Siro costerebbe la metà…”


Marco Bellinazzo, giornalista del quotidiano Il Sole 24 Ore, ha parlato della possibilità di ristrutturare San Siro o di costruire un nuovo stadio per Inter e Milan.

Secondo Bellinazzo per Thohir la costruzione di un nuovo impianto non è la priorità, ma lo sono bensì il risanamento dei conti e il rilancio stabile della squadra a livello internazionale

Ecco quanto evidenziato: “I costi di una ristrutturazione dell’area San Siro queste finalità potrebbero essere di circa 150 milioni. Divisi fra i due club rappresentano una spesa fattibile, magari incentivata dalla partecipazione dei privati. Costruire un nuovo stadio moderno e redditizio significa avere almeno 60mila posti e mettere a budget un esborso di almeno 300 milioni di euro. La fattibilità finanziaria delle iniziative, perciò, non richiede altri commenti. Certo, non è lo stadio di proprietà, ma avere Milan e Inter a San Siro garantirebbe oltre 50 eventi all’anno e un impianto sfruttato in modo consono, al di là delle difficoltà della “convivenza”, consentirebbe di aumentare i ricavi con un’attesa minore di quella che richiederebbe il trasloco in un impianto di proprietà nuovo di zecca, che nel migliore dei casi, non sarebbe pronto prima del 2018. Nel frattempo si dovrebbe giocare per almeno altri 4 anni in San Siro non più oggetto di risanamento e quindi con scarse prospettive di incremento della voce ricavi da stadio rispetto a quelli attuali (circa 33 milioni per il Milan a stagione e una ventina per l’Inter senza Champions, stando agli ultimi bilanci disponibili). Vedremo se l’eventuale varo della legge stadi potrà cambiare (come auspicabile) il quadro, ma al momento questo strano derby per il nuovo stadio sembra soprattutto l’emblema di reciproche manovre di disturbo”

Copyright © 2015 Cierre Media Srl