E' tempo di Nazionali: Mazzarri incrocia le dita per i suoi uomini d'attacco

E’ tempo di Nazionali: Mazzarri incrocia le dita per i suoi uomini d’attacco


Rodrigo Palacio ArgentinaE’ stato sicuramente un pranzo atipico quello che ha accompagnato la compagine nerazzurra nella giornata di ieri alla Pinetina. La visita contemporanea di Massimo Moratti e del nuovo presidente dell’Inter Erick Thohir ha, di fatto, sancito davanti agli occhi di squadra e tutto lo staff tecnico il passaggio di consegne – avvenuto ufficialmente in data odierna – in favore della nuova cordata indonesiana.

Un cambiamento epocale che, però, non dovrà distrarre assolutamente la squadra in vista dei prossimi importanti impegni di campionato che avranno come obiettivo quello di limare ancor più il gap che separa Zanetti e compagni dalla zona Champions.

La partita amichevole contro il Chiasso di domani pomeriggio (calcio d’inizio alle ore 14.30), alla quale sarà presente anche Erick Thohir, è stata infatti studiata con l’intento di non far perdere il ritmo gara a nessuno dei giocatori della rosa a disposizione di Mazzarri, mantenendo alta la concentrazione in questo delicato momento della stagione.

All’incontro con la squadra capitanata da Zambrotta, che milita nella serie B elvetica, non saranno presenti ben dieci elementi nerazzurri che saranno impegnati tra partite amichevoli e gara di spareggio per i prossimi Mondiali con le rispettive nazionali.

L’italiano Andrea Ranocchia giocherà in amichevole stasera al “Meazza” contro la Germania (20.45) e il 18 novembre a Londra contro la Nigeria (21.00); gli algerini Saphir Taider e Ishak Belfodil saranno impegnati nella gara di ritorno dello spareggio qualificazione contro il Burkina Faso in programma, a Bilda, martedì 19 alle 19.15.

Sempre in tema di spareggi, Alvaro Pereira dovrà affrontare la Giordania nella sfida di ritorno (all’andata finì 5 a 0 per la Celeste) in programma mercoledì 20 a mezzanotte a Montevideo; mentre Mateo Kovacic sarà presente nel doppio confronto tra Croazia e Islanda con gara di andata stasera a Reykjavik (ore 20) e return match martedì 19 a Zagabria alle 19,15.

Match amichevoli sia per il colombiano Fredy Guarin martedì 19 ad Amsterdam contro l’Olanda (20.30); che per gli argentini Rodrigo Palacio e Ricky Alverez che affronteranno, invece, venerdì 15 l’Ecuador a New York (ore 1.00 italiana) e lunedì 18 la Bosnia a Saint Louis (ore 4.00 del mattino di sabato 19 in Italia).

Amichevoli anche per Yuto Nagatomo e Samir Handanovic. Il laterale giapponese avrà come avversario sabato 16 l’Olanda a Genk alle 13.15 e il Belgio martedi 19 a Bruxelles alle ore 21; mentre per l’estremo difensore sloveno è in programma la gara contro il Canada a Celjie con inizio ore 18.

Sfide che, come al solito, terranno in ansia il tecnico Walter Mazzarri che spera di ritrovare tutti i suoi uomini in condizioni fisiche accettabili alla ripresa della preparazione a ranghi completi che si terrà a metà della prossima settimana. Occhi puntati soprattutto sull’attacco dove sarà importante non perdere nessun tassello del reparto vista la contemporanea assenza per infortunio di Diego Milito e Mauro Icardi.

Se la doppia sfida nella quale sarà impegnato Mateo Kovacic non permette nessun tipo di rilassamento vista la posta in palio, la speranza di Mazzarri è quella che Palacio, Alvarez e Guarin possano gestirsi al meglio durante le loro partite amichevoli per tornare al meglio della condizione alla Pinetina.

 

Copyright © 2015 Cierre Media Srl