Mazzarri: "I ragazzi si sono avvicinati al mio calcio ideale. Se Alvarez continuerà così..."

Mazzarri: “I ragazzi si sono avvicinati al mio calcio ideale. Se Alvarez continuerà così…”


Mazzarri Inter ChannelAl termine della convincente vittoria per 3-0 sul campo dell’Udinese, Walter Mazzarri ha parlato come di consuetudine anche ai microfoni di Inter Channel dove, insieme a Roberto Scarpini, ha analizzato la prestazioni dei suoi ragazzi. Ecco l’intervista integrale ripresa dal canale tematico nerazzurro.

 

Un’Inter perfetta, penso ci sia poco da aggiungere…

“Si è vero, ma ormai mi conoscete. Fin quando la partita non è archiviata non sto mai tranquillo. A volte facciamo ancora qualche errore nella gestione, dopo che siamo andati in vantaggio abbiamo perso delle palle in uscita in modo un po’ lezioso. Quando siamo in vantaggio tendiamo a specchiarci troppo e a commettere delle leggerezze che in passato ci sono costati dei punti”. 

Possiamo dire di aver visto l’Inter migliore di Mazzarri?

“L’Udinese è una signora squadra. Prima di perdere contro la Roma immeritatamente non usciva sconfitta dal proprio campo da quasi un anno. Difensivamente l’Inter ha fatto una partita praticamente perfetta, perché Muriel, Di Natale e tutti gli altri ragazzi sono sempre insidiosi. Se l’Udinese non è apparsa come al solito, il merito è solo dell’Inter”.

Altra prestazione positiva di Ricky Alvarez. Si aspettava tutta questa qualità e quantità allo stesso tempo?

“Fino all’anno scorso sfoderava grandi giocate ma senza la giusta continuità, poi c’era da capire quale fosse la posizione migliore per lui. Queste cose le ho dovute verificare sul campo quando sono arrivato e lui mi ha ripagato alla grande. Sa far tutto. Ma se vorrà diventare un giocatore di livello internazionale dovrà andare avanti così fino al termine della stagione”.

Quanto si è avvicinata al suo modello di gioco l’Inter vista a Udine?

“Soprattutto nei primi 20 minuti i ragazzi si sono avvicinati molto al mio calcio ideale, veramente bene. Se proprio vogliamo essere pignoli, avremmo dovuto trovare prima il gol, per esempio con Nagatomo quando ha calciato fuori da buona posizione. Siamo andati bene sia centralmente che sugli esterni e anche in verticale. Bisognerebbe disputare 95 minuti così per stare più tranquilli…”.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl