A 6 punti dal sogno: vincere per restare aggrappati al treno Champions

A sei punti dal sogno: vincere per restare aggrappati al treno Champions


Inter allenamento treno ChampionsBisognerà aggrapparsi al sogno per continuare a sperare di raggiungerlo. Il sogno in questione si chiama Champions League e l’Inter, dopo le ultime prestazioni, ha 6 punti di distacco dal terzo posto. Il ritmo forsennato di Roma, Juventus e Napoli sta mettendo in crisi la squadra di Mazzarri che ha rallentato per problemi difensivi riaffiorati dopo un ottimo inizio.

Il progetto guidato dal tecnico toscano è solo all’inizio ma il ritorno nell’Europa che conta è l’obiettivo, anche se non dichiarato. Fallirlo non significherebbe aver buttato alle ortiche il progetto ma sicuramente sarebbe un passo falso nel primo anno di gestione. Le prime partite dell’Inter avevano mostrato una squadra in grado di poter combattere per le zone alte della classifica ma le ultime uscite hanno mostrato dei limiti, soprattutto difensivi. La squadra non è più la compagine granitica che sembrava essere nelle prime partite e i punti di distacco sono via via aumentati.

Sicuramente, la causa dei 6 punti di distacco non è tutta imputabile ai nerazzurri. Napoli, Juventus e Roma stanno tenendo un ritmo elevatissimo, che l’Inter di oggi fatica a tenere. Nulla è ancora perduto ma bisogna evitare di aumentare il divario. Le prossime due sfide saranno decisive per aggrapparsi al sogno, rimanere lì nella zona alta della classifica pronti per sfruttare un futuro passo falso della concorrenza. Se la squadra non dovesse portare a casa due vittorie contro Udinese e Livorno le ambizioni potrebbe risultare fortemente ridimensionate.

Il rendimento delle tre squadre di vertice potrebbe calare in futuro sia per gli impegni europei di Napoli e Juve sia per l’affiorare dei primi problemi nella macchina perfetta di Garcia. Il tempo per disperarsi non è ancora giunto, è molto meglio tirar fuori gli artigli e rimanere legati indissolubilmente al sogno Champions. Quella musichetta manca troppo ai giocatori e ai tifosi.

Copyright © 2015 Cierre Media Srl