Atalanta-Inter 1-1, le pagelle

Pagelle Atalanta Inter
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Pagelle Atalanta InterHandanovic 5.5 – Una grave incertezza in apertura che stava per regalare il gol a Canini. Esce per infortunio nell’intervallo.

dal 46′  Carrizo 6.5 – Grande intervento di puro istinto sulla conclusione ravvicinata di Yepes.

Rolando 6.5 – Altra partita molto solida. Sbaglia pochissimo e rischia solo per un sospetto fallo di mano in area non punito da Rizzoli.

Samuel 6.5 – Rientro in campo positivo. Sul gol si fa sovrastare da Denis ma nella fattispecie i meriti del Tanque sono maggiori rispetto ai demeriti del muro nerazzurro.

Juan Jesus 5 – Si lascia anticipare due volte da Yepes su due calci d’angolo e perde un paio di palloni sanguinosi in uscita. Ancora una volta risulta il peggiore della retroguardia.

Jonathan 6 – Molto intraprendente nel primo tempo, cala drasticamente nella ripresa.

dall’86’  Taider s.v.

Cambiasso 5 – Seconda partita a stretto giro di posta e si vede. Inconsistente.

Kovacic 5 – Inizia discretamente, poi scompare e riappare a sprazzi nella ripresa. Gioca palesemente fuori ruolo, ma ciò non giustifica una prova così mediocre.

Guarin 4.5 – Il salvataggio sulla linea è l’unica nota positiva della sua partita. Sbaglia tutte le scelte in fase di rifinitura e conferma le sue imbarazzanti percentuali al tiro: zero gol su un numero infinito di tentativi.

dal 66′  Icardi 6.5 – Entra e, come spesso è accaduto in stagione, si rende immediatamente pericoloso colpendo un palo con un gran sinistro.

Alvarez 7 – Il migliore, non solo per il gol ma anche per le accelerazioni e la qualità delle giocate. Mezzo voto in meno per la palla persa in occasione del pareggio di Denis.

Nagatomo 5 – Anche lui colpevole sul gol orobico con la pallaccia con cui mette in difficoltà Alvarez. Spinge a fasi alterne e complessivamente esce sconfitto nel duello col dirimpettaio Raimondi.

Palacio 6 – Abbandonato a se stesso per 60 minuti, riesce comunque a rendersi utile con la sponda di testa che regala l’assist ad Alvarez.

Mazzarri 5 – La squadra difende male, soffre molto e crea poco nel primo tempo. Gli avversari ormai hanno preso la targa a questo 3-6-1 posticcio e la manovra offensiva a difesa schierata risulta molto prevedibile e pericolosa solo in transizione. Kovacic non è un trequartista, Cambiasso non può giocare 90 minuti dopo tre giorni e Palacio merita di essere maggiormente assistito. La sensazione è che non stia sfruttando a pieno il potenziale della rosa a disposizione.