Mazzarri scioglie i dubbi: Samuel per Ranocchia, Kovacic e Alvarez ancora insieme

Walter Mazzarri allenamento indicazioni
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Walter Mazzarri allenamento indicazioniIn vista dell’anticipo del turno infrasettimanale, valido per la decima giornata di campionato, che vedrà l’Inter impegnata sul difficile campo dell’Atalanta, mister Mazzarri sembra essere intenzionato ad apportare qualche variazione rispetto alla squadra che ha superato brillantemente il Verona.

Il tecnico toscano, in sede di conferenza stampa, ha lasciato intendere che pretende dai suoi uomini sempre quella cattiveria, quella fame, quella concentrazione, quella paura costruttiva che consentono di non abbassare mai la guardia e di giocare al massimo delle possibilità. Requisiti che si testano in gara, ma si valutano in considerazione delle indicazioni lasciate dagli allenamenti.

Proprio in allenamento l’ex tecnico del Napoli ha potuto valutare ed apprezzare lo stato di forma di un Samuel che, recuperato a pieno regime, ha bisogno di scaldare i motori e di mettere partite vere nelle gambe dopo un lungo periodo di inattività. Il suo rientro in campo è stato ampiamente anticipato ed annunciato e sarà proprio lui a guidare il reparto arretrato su un campo dove l’esperienza e l’applicazione conteranno tantissimo.

Certo il rientro di Handanovic tra i pali dopo lo stop forzato per il turno di squalifica, The Wall guiderà un reparto completato dal confermatissimo Rolando e da Juan Jesus che, a causa della sua spensierata svagatezza, resta nel mirino del mister. A centrocampo piena fiducia in Jonathan e Nagatomo sugli esterni con Cambiasso perno centrale insostituibile e Guarin ad agire, come da consuetudine, da interno destro.

L’ottima prestazione offerta contro il Verona da Ricky Alvarez come mezz’ala mancina potrebbe far riflettere Mazzarri: non è un caso che il tecnico toscano sembra intenzionato a riproporre Ricky Maravilla in quel ruolo, con Kovacic alle spalle dell’insostituibile Trenza Palacio, dal cui valore assoluto l’Inter sembra proprio non poter prescindere.

In corsa per una maglia da titolare con il giovane croato vi è Saphir Taider, impiegato solo nel finale del match con il Verona e desideroso di riprendersi il suo posto nella mediana interista; qualora dovesse prevalere questa soluzione più “conservatrice”, Alvarez verrebbe dirottato nel ruolo di seconda punta a “galleggiare” tra le due linee difensive bergamasche.

Proprio sulla trequarti offensiva serviranno rapidità, tecnica ed estro per scardinare le due linee strette che consentono alla squadra di Colantuono di mantenere sempre le giuste distanze tra i reparti e di difendersi in maniera compatta.