Stankovic: “Mi piange il cuore per Moratti. Juve? Felice di aver scelto l’Inter, abbiamo vinto tutto. Su Mancini, Strama e Mazzarri…”

Addio Dejan Stankovic San Siro 13
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Addio Dejan Stankovic San Siro 13Ospite durante la trasmissione “Stop & Gol”, in onda su Cielo Tv, Dejan Stankovic è tornato a parlare di Serie A e di Inter: Mi piange il cuore vedere andar via Moratti. Per me è come un padre. I suoi migliori acquisti? Penso tutta la spina dorsale della squadra che ha vinto il Triplete, da Lucio a Milito, passando per Eto’o. E c’era Mourinho in panchina. Ho un grandissimo rapporto con lui e anche con tutti gli argentini del gruppo”.

Deki si esprime anche su altri allenatori: “Io e Mancini abbiamo preso strade diverse, ma non abbiamo mai litigato. Gli auguro di ottenere con il Galatasaray gli stessi successi che ha avuto con noi all’Inter. Strama? Forse gli è mancata un po’ di esperienza, ma resta un’ottima persona. Purtroppo la preparazione fisica non è stata perfetta e abbiamo avuto un sacco di infortuni”. A chi gli chiede cosa sia cambiato con Mazzarri, il centrocampista serbo risponde così: “Le sue squadre hanno un’identità precisa. I miei compagni mi hanno detto come e quanto lavora e si vede che la squadra è migliorata”.

Chiusura sui rivali di sempre: Fui vicino alla Juve già qualche anno prima dell’arrivo di Mourinho, ma ho scelto l’Inter e ne sono felice, anche perchè ho vinto tutto. Le polemiche sullo scudetto 2006? Un messaggio su facebook non può riaccendere una rivalità. Gli juventini lo sentono loro, ma io conto cinque scudetti con l’Inter”.